Divelta porta della biblioteca: "Intrusioni e stazionamenti di sconosciuti che fanno danni"

L’uscio del vano scala esterno antincendio è stato di nuovo vandalizzato a fine marzo. La delibera per la riparazione richiama la presenza di clochard negata dal Comune. .

Divelta porta della biblioteca: "Intrusioni e stazionamenti di sconosciuti che fanno danni"

Divelta porta della biblioteca: "Intrusioni e stazionamenti di sconosciuti che fanno danni"

La porta era stata "vandalizzata e divelta" e così il Comune, a fine marzo, ha affidato a un’impresa il compito di sostituire l’uscio del vano scala esterno antincendio della biblioteca comunale. Infatti, come ribadisce lo stesso ente locale nella determina, "la mancanza della porta per l’accesso alla scala di emergenza è causa di intrusioni e stazionamenti di persone sconosciute che provocano danni e causano accumuli di rifiuti sul percorso dedicato alle vie d’esodo in caso di emergenza". Dopo aver certificato che la porta non era più recuperabile né riparabile, ecco che è stata stanziata recentemente una cifra a bilancio per l’intera sostituzione ma anche per la messa in sicurezza degli ulteriori "punti di potenziale intrusione dello stesso vano scala tramite posa di barre metalliche".

La problematica era emersa circa un mese e mezzo fa con la questione dell’intrusione di un clochard nell’area della biblioteca, quando le addette si erano trovate davanti un uomo al momento dell’apertura, secondo quanto appreso dalle forze dell’ordine.

Circostanza che però era stata seccamente smentita dall’Amministrazione comunale, che aveva parlato di una fake news. Inoltre alcuni giorni fa sempre nell’ottica delle operazioni di mantenimento dell’efficienza degli strumenti per tenere alto il grado di sicurezza, il Comune ha affidato la manutenzione straordinaria dell’impianto di videosorveglianza che monitora il palazzo municipale, tenuto conto dei numerosi malfunzionamenti e guasti riscontrati che ne inficiano il funzionamento.