Controllo dei carabinieri su un'auto, spunta una pistola: arrestati due indiani

La vettura era stata segnalata a Bergamo: a bordo c'erano anche proiettili e una spranga di ferro

L'auto dei due arrestati è stata perquisita durante controlli di routine nel Lodigiano
L'auto dei due arrestati è stata perquisita durante controlli di routine nel Lodigiano

Codogno (Lodi), 29 dicembre 2023 – Fermano un’auto al posto di controllo e scoprono che è ricercata:  scatta l’arresto. Arrestati due indiani per detenzione e porto abusivo d’arma. La sera del 28 dicembre 2023 i carabinieri della compagnia di Codogno stavano ispezionando il Basso Lodigiano per un controllo straordinario del territorio. Servizio accordato con la Prefettura di Lodi per prevenire disordini durante il periodo festivo. Con loro, in supporto, c’erano i colleghi del terzo reggimento Lombardia (squadre di intervento operativo). Lavorava anche una unità cinofila dei carabinieri di Orio Al Serio (Bergamo). In particolare, i militari hanno predisposto una serie di posti di controllo tra Codogno e Casalpusterlengo. Gli accertamenti hanno riguardato i principali luoghi della movida.

Fermata una vettura nel Codognino, però, dalla targa, il veicolo è risultato segnalato come ricercato dai carabinieri della compagnia di Treviglio (Bergamo). A questo punto i militari hanno voluto vederci chiaro, ispezionando il veicolo e identificando gli indiani a bordo. Sul mezzo viaggiavano due indiani di 28 e 29 anni, residenti a Codogno e a Soresina (in provincia di Cremona). Trasportavano una pistola semiautomatica calibro 7.65, dotata di matricola, ma non censita, 21 munizioni e una spranga di ferro. Il tutto è stato quindi subito sequestrato e per i due uomini è scattato il fermo. Risponderanno per detenzione e porto abusivo di arma. Il 29 dicembre 2023 entrambi sono stati processati per direttissima nelle aule del Tribunale di Lodi. L’arresto è stato quindi convalidato e gli interessati sono stati messi agli arresti domiciliari.