PAOLA ARENSI
Cronaca

Lodi, litigio sul treno: scatta il controllo e uno è ricercato, arrestato

Portato in carcere un 35enne marocchino condannato in via definitiva per due rapine

La polizia in stazione a Lodi

La polizia in stazione a Lodi

Lodi, 30 dicembre 2023 - Discutono su un treno e vengono controllati in stazione, uno dei due è ricercato e finisce in carcere. La sera di Natale le volanti della Questura di Lodi hanno rintracciato, nei pressi della stazione ferroviaria del capoluogo, due persone che in precedenza erano state segnalate da un capotreno. L’addetto delle ferrovie li ha visti, impegnati in una accesa discussione, a bordo di un convoglio proveniente da Bologna e diretto a Milano e per garantire sicurezza, ha chiesto aiuto.

I due uomini sono scesi dal treno e grazie alla loro descrizione, sono stati subito intercettati e identificati dagli agenti. Si è scoperto che uno di loro, trentacinquenne di nazionalità marocchina, era ricercato, su tutto il territorio nazionale, poiché gravato da un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Milano in seguito a una condanna definitiva. Deve infatti scontare due anni e quattro mesi di reclusione, perché ritenuto responsabile di due rapine pluriaggravate, commesse nel 2018, nel capoluogo lombardo. Le vittime erano un egiziano e un commesso di un supermercato.

Oltre che per i reati per i quali è stata disposta la carcerazione, l'uomo, domiciliato a Milano, è noto alle forze dell’ordine per precedenti di polizia, tra i quali la Questura ricorda: maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale, guida senza patente e porto abusivo di armi. Ora l’uomo è stato portato in carcere a Lodi.