Un defibrillatore donato in ricordo di Daniela uccisa da un “pirata”

L'associazione Nordic Walking ha donato un defibrillatore alla comunità di Nerviano in ricordo di Daniela Cassina, uccisa da un pirata della strada. Grazie a questo gesto prezioso, la comunità potrà contare su uno strumento salvavita.

Un defibrillatore donato in ricordo di Daniela uccisa da un “pirata”
Un defibrillatore donato in ricordo di Daniela uccisa da un “pirata”

"Grazie all’associazione Nordic Walking per il bellissimo gesto della donazione di un defibrillatore, a favore della comunità. Grazie per la presenza al sindaco, ai diversi assessori, ai consiglieri comunali, ai Nervianesi. La Dani, da lassù, avrà sicuramente sorriso". Ringrazia emozionato Massimo Cozzi, ex sindaco di Nerviano ed ex marito di Daniela Cassina, la donna di 48 anni uccisa da un pirata della strada a Trecate la sera dell’8 ottobre 2022 insieme all’amica Gabriella Andreasi. Il Dae è stato posizionato a Nerviano, in Piazza Vittorio Emanuele. Il defibrillatore, strumento che può salvare la vita in caso di arresto cardiaco, è stato donato dal Nordic walking Nerviano, gruppo del quale Cassina era socia attivissima e fondatrice. Il taglio del nastro è avvenuto alla presenza della società sportiva, del sindaco Daniela Colombo, dei genitori della 48enne, Maria Rita Viganò e Antonio Cassina, della sorella Lorella e del marito Cozzi. Da una tragedia è nato un dono prezioso per i cittadini - ha aggiunto il sindaco - Grazie all’associazione e a quanti stanno aiutando nella diffusione dei Dae, che vogliamo rendere sempre più capillari sul territorio. Sono strumenti che infatti possono fare la differenza". La società nordic Walking ha concluso: ""A distanza di un anno dal tragico evento abbiamo voluto donare questo Dae alla comunità in ricordo di Daniela - hanno dichiarato dal Nordic Walking". Ch.S.