Quotidiano Nazionale logo
22 mar 2022

Magenta, il culto di Santa Gianna Beretta arriva fino in Cina

A Magenta è giunto padre Shi, insieme con Lucia Ping, universitaria che sta realizzando una tesi sul valore della vita e la figura della Beata

christian sormani
Cronaca
Gianna Beretta Molla, pediatra 40enne scelse di sacrificare la propria vita per la sua creatura
Gianna Beretta Molla, pediatra 40enne scelse di sacrificare la propria vita per la sua cre

Magenta (Milano) -  La figura e il culto di Santa Gianna Beretta Molla arriveranno in Cina. A Magenta, nei giorni scorsi, è giunto dalla Cina padre Filippo Shi, sacerdote cinese della Compagnia di Gesù (come papa Francesco), accompagnato da suor Bernadette e da Lucia Ping, studentessa universitaria che sta realizzando una tesi sul valore della vita e ha basato parte del suo studio sulla figura di Santa Gianna.

La loro intenzione è quella di fare conoscere e diffondere il culto di Santa Gianna nella Diocesi di Hong Kong. Don Filippo ha celebrato una funzione nella cappella della Santa a Mesero e ha approfittato per soggiornare qualche giorno nel territorio della comunità pastorale del magentino per conoscere meglio la vita e la storia della Santa. "Il prossimo 15 maggio si aprirà ufficialmente l’anno centenario della nascita di Santa Gianna Beretta Molla che nacque il 4 ottobre 1922 – ricorda don Giuseppe Marinoni, parroco di Magenta -. Intanto, il suo culto continua a diffondersi in tutto il mondo, dall’America alla Cina. È un buon segno perché dimostra come ovunque ci sia un forte bisogno di avere "modelli di vita positivi" da seguire, in un contesto generale spesso segnato da guerre, ingiustizie e violenza. Il bene trionfa sempre".

Intanto una giovane cantautrice cattolica di New York, Juliana Grantz, ha scritto e dedicato a Santa Gianna Beretta Molla una canzone. "E non può esserci sacrificio, se non c’è amore". L’immagine della "santità" è racchiusa in questo verso della canzone che spiega, in maniera chiara, la scelta estrema di amore compiuta dalla santa, che ha voluto sacrificare la propria vita per salvare quella della figlia che portava in grembo. La diciassettenne Juliana Grantz, ha scelto di scrivere canzoni per Gesù perché ritiene sia questa la sua missione nella vita. Juliana è stata talmente ispirata dalle lotte, dai trionfi e dal sacrificio della sua santa prediletta che si è sentita altresì chiamata a scrivere una canzone su di lei: "La canzone di Gianna" (Gianna’s Song), oggi pubblicata sulle principali piattaforme musicali. Intanto, le comunità, ecclesiali e civili, di Magenta e di Mesero, in collaborazione con la Diocesi di Milano stanno lavorando alla preparazione dell’Anno Centenario della nascita di Santa Gianna Beretta Molla (4 ottobre 1922) che si aprirà il 16 maggio 2022 per concludersi il 28 aprile 2023. E per l’occasione la cantautrice di New York ha preparato un video messaggio per le celebrazioni.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?