lnvestitura dei Capitani: il Palio di Legnano entra nel vivo

In scena la seconda cerimonia di Rito nella Basilica di San Magno. Poi i Gran Priori consegneranno al Supremo Magistrato le lettere d’Iscrizione

I riti del Palio rispettano fedelmente la tradizione, oggi l’investitura dei Capitani

I riti del Palio rispettano fedelmente la tradizione, oggi l’investitura dei Capitani

Legnano (Milano) – Poco più di 8.000 posti per il Palio di Legnano 2024. Più precisamente 8.068 persone, comprese quelle che sfilano per la kermesse medioevale. Questi i numeri più o meno in linea con la passata edizione della disputa con la capienza del Mari che era passata a quota 7.858 posti rispetto ai precedenti 8.676. Sono lontani i fasti degli anni passati quando al Mari c’erano oltre 15mila persone stipate ovunque. Oggi sono meno della metà per quanto riguarda i paganti ed è anche stato eliminato del tutto, sempre per ragioni di sicurezza, il mitico parterre, ovvero la zona sotto le tribune coperte, appena dietro la rete dove sono sempre nati scontri epici di ogni genere. La location del Mari, peraltro un campo sportivo che poco si presta per una cosa ippica, la quale implica costi notevoli per il rifacimento annuale del manto erboso e la posa della sabbia, è ormai fuori luogo.

Se il Palio dovrà guardare al futuro lo dovrà fare in una nuova location dedicata alle manifestazioni, altrimenti il fascino del Palio stesso sarà tramontato entro qualche anno. Oggi intanto sul sagrato della Basilica di San Magno avrà luogo la seconda cerimonia di Rito del Palio. Con l’Investitura civile dei Capitani, una cerimonia che richiama gli antichi cavalieri medievali, i capitani di nuova nomina riceveranno l’investitura da parte dei Magistrati del Palio. Successivamente, i Gran Priori consegneranno nelle mani del Supremo Magistrato le lettere d’Iscrizione al Palio.

La ricca e fastosa cerimonia in costume storico si concluderà con la consegna delle pergamene di nomina e i riconoscimenti conferiti in base all’anzianità e alla carica ricoperta dai reggenti di ciascuna contrada, cui fa seguito la presentazione ufficiale delle Reggenze a tutta la città. Appuntamento alle 19.15 in Piazza San Magno. Domani Le castellane de La Flora, Legnarello, San Bernardino, San Domenico, San Magno, San Martino, Sant’Ambrogio e Sant’Erasmo sfileranno insieme a donne che hanno o stanno affrontando il cancro: Arianna, Barbara, Chiara C., Chiara V., Delia, Laura, Mariemma e Monica, otto donne – delle ormai centinaia – testimonial del progetto Sorrisi in Rosa di Humanitas. Vestendo gli abiti storici del Palio, concessi dalla commissione Costumi, le sedici donne sfileranno insieme nella suggestiva cornice del castello della città.