Sanremo 2024, il video dei The Kolors girato nella discoteca “Mediterranèe” di Legnano

Lo storico locale che ha visto generazioni di legnanesi ballare in pista, ha chiuso dopo la pandemia. È servito come location “anni '80” per il brano “Un ragazzo una ragazza”

Un frame del video dei The Kolors con l'effetto VHS girato nella discoteca Mediterranèe di Legnano

Un frame del video dei The Kolors con l'effetto VHS girato nella discoteca Mediterranèe di Legnano

Legnano (Milano) – Ai confini della città, a ridosso dei Comuni di Busto Arsizio e Castellanza, era una delle discoteche “storiche” del territorio, che richiamava fasce d’età completamente diverse nelle serate del sabato e la domenica pomeriggio: dopo l’indigestione degli anni ’80, dopo essere riuscita a rimanere in gioco e a tenere tutto sommato botta per i decenni successivi, il Mediterranèe aveva chiuso definitivamente i battenti con la pandemia. Nelle scorse settimane, però, ha riaperto le sue porte per fare da ambientazione al videoclip della nuova canzone dei The Kolors presentata a Sanremo, “Un ragazzo una ragazza”, portando a termine così un vero e proprio tuffo nel passato.

Un momento del dietro le quinte del videoclip
Un momento del dietro le quinte del videoclip

Il 7 febbraio, a manifestazione sanremese già iniziata, erano stati gli stessi proprietari della discoteca ad annunciare sulla loro pagina Facebook di essere “orgogliosi” per aver ospitato nei loro spazi i The Kolors, che avevano scelto proprio questa ambientazione per il loro nuovo pezzo: lo avevano fatto postando anche un breve spezzone del dietro le quinte del video, diretto da Younuts (vale a dire Niccolò Celaia e Antonio Usbergo) e caratterizzato dalle ambientazioni decisamente “anni ‘80” che non potevano trovare spazi più adatti di quelli del Mediterranèe.

Colori e ambienti della discoteca legnanese, infatti, nel video sembrano cristallizzati proprio all’estetica di quegli anni e l’effetto VHS scelto dagli autori, così come la trasformazione degli spazi in una sorta di palestra che richiama le videocassette della ginnastica aerobica lanciata da Jane Fonda, non fanno altro che portare indietro negli anni quanti hanno frequentato quegli spazi anche per le feste private, come quella organizzata annualmente proprio in occasione della settimana di Carnevale.