Inveruno: ruba fornelli in casa di un ex dipendente, ottantenne finisce in carcere

L’uomo portato in cella in esecuzione di un ordine del tribunale, nonostante l’età avanzata. Pesano i numerosi precedenti

I carabinieri hanno eseguito l'ordine di carcerazione (Archivio)

I carabinieri hanno eseguito l'ordine di carcerazione (Archivio)

Inveruno (Milano), 3 aprile 2024 – Strano a dirsi, ma anche a ottant’anni quasi compiuti si possono aprire le porte del carcere: è successo a un inverunese, che compirà gli ottant’anni il 6 del prossimo mese di agosto, e che questa settimana, malgrado gli acciacchi dell’età e i medicinali sul comodino, è stato condotto in cella dai carabinieri in esecuzione di un ordine di carcerazione.

L’anziano signore deve infatti scontare un anno e nove mesi di reclusione per un furto portato a termine nell’abitazione di un suo ex dipendente quando era “solo” 75enne, nel 2019. Anche il furto, avvenuto nell’abitazione dell’ex dipendente di Robecchetto con Induno, appare quanto meno anomalo: non è da escludere che tra queste due persone siano nati contrasti durante il loro lavoro fianco a fianco, fatto sta che dalla denuncia risulta che l’uomo si sia introdotto nell’abitazione del residente di Robecchetto per sottrarre… alcuni fornelli da cucina, oggetti che l’ottantenne avrebbe poi restituito al legittimo proprietario.

Nell’esecuzione dell’ordine di carcerazione hanno di certo pesato i numerosi precedenti dell’ottantenne, mentre è probabile che considerata l’età avanzata e la situazione di salute certo non ottimale la carcerazione possa essere presto trasformata in un diverso provvedimento.