Pamela Cazzaniga
Pamela Cazzaniga

Valmadrera (Lecco), 29 marzo 2020 – E' scomparsa improvvisamente Pamela Cazzaniga, 44 anni, consigliere comunale di Valmadrera in maggioranza e presidente della Commissione municipale Servizi alla persona. Ha contratto un virus letale non riconducibile né assimilabile a quello della Covid-19 durante un suo ultimo viaggio in Kenya. Nonostante dal 1997 fosse costretta su una sedia a rotelle in seguito ad un incidente stradale viaggiava infatti molto, proponendo i racconti dei suoi tour sul proprio blog ilMondoDiPamela.it e su un portale online. Sulla propria storia di fatica, dolore, ma soprattutto di determinazione e e impegno aveva scritto e pubblicato nel 2017 un libro autobiografico intitolato “La mia seconda vita”. Era stata eletta alle ultime amministrative della scorsa primavera tra le fila del gruppo Progetto Valmadrera, riscuotendo 114 preferenze personali e risultando la settima candidata della compagine più votata.

Il SINDACO - “ Pamela è stata la prima persona a cui avevo chiesto di entrare in lista alle ultime elezioni – la ricorda il sindaco Antonio Rusconi -. Mi aveva conquistato alla presentazione del suo libro la volontà e la passione di affrontare ostacoli come il vivere in carrozzella dopo l'incidente. Si era messa subito al lavoro come consigliere per migliorare tutti gli ostacoli per i disabili sui marciapiedi, aveva visitato e discusso con i responsabili del Centro Disabili alcuni lavori importanti e migliorativi. Abbiamo l’ impegno di ricordare ai più giovani una testimonianza di coraggio che è un esempio per resistere alle difficoltà. Penso che sia importante in questi giorni rileggere il libro di Pamela per capire quanto ci ha lasciato”.

PROGETTO VALMADRERA - “Progetto Valmadrera desidera esprimere la propria vicinanza alla mamma Luisella nella triste scomparsa dell’amica e consigliera comunale Pamela Cazzaniga – esprime il coordinatore di Progetto Valmadrera Cesare Colombo a nome di tutti i componenti della lista Progetto Valmadrera -. La ricordiamo con il suo sorriso, che non mancava mai di condividere con tutti, e con la sua forza e passione, che aveva deciso di mettere al servizio della nostra comunità. Porteremo avanti il suo impegno e il percorso intrapreso nel combattere le barriere architettoniche”.