Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 giu 2022

Quartieri Aler ostaggio di notte di Baby Gang e degli altri trapper

Gli abitanti sono esasperati da musica alle stelle, schiamazzi e vandalismi sino alle prime luci dell’alba. Impossibile riposare

15 giu 2022
Il trapper Baby Gang durante uno dei suoi tanti video al centro di tante polemiche
Il trapper Baby Gang durante uno dei suoi tanti video al centro di tante polemiche
Il trapper Baby Gang durante uno dei suoi tanti video al centro di tante polemiche
Il trapper Baby Gang durante uno dei suoi tanti video al centro di tante polemiche
Il trapper Baby Gang durante uno dei suoi tanti video al centro di tante polemiche
Il trapper Baby Gang durante uno dei suoi tanti video al centro di tante polemiche

Sotto assedio di Baby Gang e degli altri trapper. Gli inquilini delle case popolari di Calolzio non ne possono più che gli androni e i giardini dei palazzi di via Di Vittorio dove abitano siano diventati il ritrovo e le location per girare i video di Zaccaria Mouhib, in arte Baby Gang - che è il trapper di 21 anni più "daspato" e chiacchierato d’Italia per il suo comportamento sempre al limite -, oltre che di tutti gli altri suoi colleghi o aspiranti tali della zona. Schiamazzi, musica fino a notte fonda, ragazzini che arrivano dal circondario a ogni ora e vandalismi, stanno esasperando chi lì vive e vorrebbe riposare. Per evitare che la situazione degeneri ieri il prefetto, Sergio Pomponio, ha chiamato a rapporto i vertici delle forze dell’ordine, il sindaco Marco Ghezzi, il comandante della Polizia Locale ma anche Fabio Danesi, presidente Aler di Lecco, Sondrio e Bergamo. Dal Comune potenziata la videosorveglianza per monitorare quanto succede e il prefetto ha disposto più controlli. Gli occhi elettronici e carabinieri e poliziotti non possono bastare né sono la soluzione. "Le politiche di sicurezza non possono svilupparsi senza politiche sociali e queste presuppongono la conoscenza delle persone", spiega il prefetto. Ci vogliono più interventi sociali per coinvolgere i giovani e offrire loro spazi e attività alternativi e più decoro. Per questo il prefetto ha sollecitato interventi di riqualificazione urbana del complesso residenziale pubblico. D.D.S.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?