DANIELE DE SALVO
Cronaca

Tragedia in Valsassina: escursionista precipita per 80 metri e muore davanti alla moglie

La coppia stava rientrando dalla cascata della Troggia, lungo il Sentiero Paradiso, quando il 68enne Piergiorgio Mozzanica è inciampato e precipitato nel dirupo

L'uomo è precipitato per un'ottantina di metri

L'uomo è precipitato per un'ottantina di metri

Introbio (Lecco), 27 settembre 2023 – Piergiorgio Mozzanica è morto sotto gli occhi della moglie. Questo pomeriggio, poco dopo le 17, il pensionato di 68 anni di Olgiate Molgora, nel Lecchese, ha perso la vita durante una gita in montagna a Introbio, in Valsassina.

Insieme alla moglie Giovanna stava tornando da un’escursione alla cascata della Troggia, alle porte della Val Biandino, un vero e proprio spettacolo della natura citato pure nel 1495 da Leonardo da Vinci nei suoi appunti raccolti nel Codice Atlantico. I due brianzoli stavano scendendo dal sentiero sul lato destro della cascata, il Sentiero Paradiso, da cui si vede tutta la vallata della cascata: erano a circa 800 metri di quota quando il 79enne, che camminava sul ciglio del sentiero, in quel punto molto esposto, è inciampato ed è precipitato nel dirupo sottostante per un'ottantina di metri, senza possibilità di scampo.

La moglie non ha potuto nulla, non ha avuto nemmeno il tempo di allungare la mano per provare ad afferrarlo, perché è successo tutto in una frazione di secondo. Ha potuto solo vedere il marito sparire nel burrone e lanciare subito l'allarme. “Aiutatemi per favore, aiutatemi, mio marito è caduto”, è stato il suo appello disperato agli operatori del 112, il numero unico di emergenza.

Si sono immediatamente messi in marcia i tecnici volontari del Soccorso alpino della stazione della Valsassina e Valvarrone della XIX Delegazione Lariana, mentre dalla base di Caiolo sono decollati i soccorritori dell'eliambulanza di Areu di Sondrio. Insieme hanno prima assistito la moglie sotto choc e poi recuperato il corpo del marito: un'operazione complessa a causa del terreno a strapiombo, del bosco e del buio che ormai incombeva sulla zona. 

Dolore e sgomento a Olgiate Molgora, dove Mozzanica era molto conosciuto. Oltre alla moglie Giovanna, lascia la figlia Marta.