Morto in carcere a Busto Arsizio, Fabio Citterio, 51 anni, perito informatico di Lurago d’Erba, condannato a 30 anni per aver ucciso con un colpo di pistola nel box sotto casa il carpentiere Antonio Caroppa, 42 anni, di Paderno d’Adda. L’omicidio avvenne il 10 maggio 2012. Citterio era stato condannato in via definitiva con la cugina Tiziana Molteni, 53 anni, di Dolzago e i due sono stati ritenuti i responsabili della spietata esecuzione, mentre a Santo Valerio Pirrotta, che ha organizzato l’omicidio, venne inflitta la pena all’ergastolo. Le condizioni di salute di Citterio sono peggiorate nelle ultime settimane e dopo il decesso è stato sepolto nel Comasco. A.P.