Grandinata sulla Statale 36: automobilisti nelle gallerie in cerca di riparo dai chicchi di ghiaccio

Maltempo senza sosta a Lecco: dopo il diluvio e il vento, la grandine si è abbattuta sulla Superstrada, in particolare nel tratto tra Varenna e Bellano. Cosa è successo nel Lecchese

Lecco, 1 aprile 2024 – Dopo il diluvio e il vento, ecco la grandine. Nel pomeriggio di oggi un a violenta grandinata si è abbattuta sull'Alto Lario, lungo la Statale 36. La grandinata ha colpito soprattutto nella zona tra Varenna e Bellano. Gli automobilisti in transito sulla Statale del lago di Como, per evitare che i chicchi danneggiassero le carrozzerie dei loro mezzi ma anche possibili incidenti a causa della pessima visibilità, si sono temporaneamente rifugi nelle gallerie della Superstrada. Nonostante abbiano accostata a bordo strada con le quattro frecce di emergenza accese per segnalare il pericolo hanno creato una situazione di potenziale pericoloso. Fortunatamente non si sono verificati incidenti e la situazione è poi tornata alla normalità non appena ha smesso di grandinare.

Fiumi ingrossati

Paura anche per i fiumi ingrossati. Il livello del Pioverna a Bellano si è alzato di parecchio e si è gonfiato pure il Varrone a Dervio. Grazie alle apposite barriere per bloccare rami, tronchi di albero, altri detriti e materiale flottante che altrimenti si bloccherebbe sotto i ponti trasformandoli in dighe, l'acqua del torrente sta comunque defluendo verso il lago, senza intoppi e quindi senza pericoli di esondazione. Il Gandoglio a Ello ha invece rotto gli argini nonostante alcuni recenti interventi in teoria per limitare il rischio di dissesti. Ha comunque tracimato sebbene in aperta campagna, lontano dal centro abitato. Si sta alzano pure il livello del lago di Como, che già in alcuni giorni a marzo aveva raggiunto il massimo livello storico di stagione.

Un albero caduto in strada per il maltempo
Un albero caduto in strada per il maltempo

Danni a Mandello del Lario

Complessivamente i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecco, con i volontari dei distaccamenti di Bellano, Merate e Valmadrera, solo oggi, a Pasquetta, hanno fronteggiato una ventina di richieste di soccorso a causa del maltempo. Si sommano alla quindicina di interventi di ieri a Pasqua, sempre per il maltempo. Una delle zone più colpite è stata Mandello del Lario. Il sindaco Riccardo Fasoli ha segnalato tralicci e cavi dell'alta tensione abbattuti, pali e fili delle linee elettriche crollati, l'interruzione in mattinata della Sp 72 per piante cadute, staccionate divelte e detriti sul tetto delle scuole medie. Per fronteggiare l'emergenza, oltre ai vigili del fuoco sono stati mobilitati gli agenti della Polizia locale, i volontari della Protezione civile e i tecnici dell'Ufficio tecnico comunale.