np_user_4025247_000000
DANIELE DE SALVO
Cronaca

Lecco, frana la montagna: sfondato il tetto della galleria Fiumelatte a Varenna

Miracolosamente illeso l’automobilista che stava attraversando il tunnel. Bloccati treni e auto lungo la provinciale 72 tra Bellano e Abbadia. Caduti mille metri cubi di massi

Lecco – Attimi di paura venerdì mattina per una grossa frana che ha sfondato la volta della galleria Fiumelatte (stradale e ferroviaria), in località Varenna, provincia di Lecco. I massi sono caduti all’improvviso dalla montagna, finendo sul tetto del tunnel dove in quel momento stava passando un automobilista, miracolosamente illeso. Sono precipitati ben mille metri cubi di massi.

Varenna, la volta della galleria sfondata
Varenna, la volta della galleria sfondata

L’intervento

Immediato l’intervento dei vigili del fuoco, insieme alla squadre Saf per le verifiche del caso in una zona peraltro impervia. Subito è stato deciso di chiudere il tratto ferroviario Lecco-Sondrio e stradale lungo la provinciale 72 tra Bellano e Abbadia, mentre l’elicottero dei pompieri monitora l’area interessata nel caso vi siano altri cedimenti. Dunque, per il momento, treni e auto bloccate, i tecnici e geologi della provincia al lavoro. Le operazioni di messa in sicurezza dei vigili del fuoco dell'area interessata si sono concluse nel pomeriggio

Il sindaco

"E’ un miracolo che non ci sia nessun ferito o peggio – sottolinea Mauro Manzoni, sindaco di Varenna – perché di solito quella strada è molto trafficata. Aspettiamo l’esito delle verifiche ma temiamo che i lavori di ripristino siano molto lunghi”.

La fotogallery

Si apprende intanto che la frana ha anche interessato l’abitato di Fiumelatte, dove sono all’opera operai del genio civile della Prociv e delle Ferrovie dello Stato per ripristinare la linea ferroviaria e mettere in sicurezza la zona della stazione.

La Regione

"La protezione civile regionale e i volontari- ha detto l'assessore regionale alla Protezione Civile, Romano La Russa- sono pronti per raggiungere il luogo in caso di necessità. Stiamo comunque monitorando costantemente la situazione con la sala operativa regionale".

Tempi lunghi

Si annunciano tempi lunghi per il ripristino delle tratte automobilistica e ferroviaria colpite dalla frana. Come detto, sono state chiuse la strada provinciale 72 che costeggia il ramo lecchese del lago di Como e la porzione di ferrovia della tratta Lecco-Colico lungo la linea Milano-Lecco-Sondrio-Tirano. I prossime vertici della Prefettura di Lecco con le forze dell'ordine e i tecnici incaricati di valutare la situazione, dovrebbero dare un quadro più preciso. Le gallerie poste a protezione della strada e della ferrovia hanno svolto la loro funzione, precisano i tecnici, facendo scivolare nel lago quasi tutto il materiale franoso anche se la volta della galleria stradale è stata sfondata. E andrà valutato il grado di instabilità della parete montuosa che già in passato aveva fatto registrare altre frane. Il traffico stradale è garantito a monte dal tracciato della superstrada 36 Milano-Lecco-Colico. Intensi i disagi per i collegamenti tra i paesi lecchesi della fascia litoranea.