Ennesimo contromano in Super Anas interviene sugli svincoli

Patente ritirata a un automobilista elvetico che ha fatto inversione dopo aver sbagliato strada

Migration

di Daniele De Salvo

"Ho sbagliato strada, volevo solo tornare indietro". Peccato che per "tornare indietro" abbia effettuato inversione ad U in Superstrada, imboccando contromano la corsia di sorpasso. Fortunatamente gli altri automobilisti sono riusciti ad evitarlo e scongiurare incidenti, come invece purtroppo è successo anche di recente per manovre azzardate come la sua. A percorrere per un chilometro e mezzo la 36 e la 38 contromano è stato uno svizzero di 53 anni al volante di una Subaru Legacy che gli agenti della Polizia stradale di Bellano con i colleghi di Sondrio sono riusciti a rintracciare prima che combinasse altri guai. Dovrà pagare una multa di 1.300 euro, gli è stata ritirata la patente e almeno in Italia non potrà più guidare. Identificarlo e localizzarlo non è stato semplice, ma in tre ore i poliziotti della Stradale hanno risolto il caso e soprattutto tolto dalla circolazione un pericolo pubblico.

A lanciare per primo l’allarme intorno alle 7 e mezza di sabato scorso è stato un altro conducente che all’altezza del Trivio di Fuentes a Colico in direzione sud verso Lecco si è visto venire addosso il 53enne elvetico, inizialmente dileguatosi nel nulla. Grazie al sistema automatico di tracciamento delle targhe degli impianti di videosorveglianza installati in Super e soprattutto a Morbegno gli agenti della Polstrada bellanese ne hanno comunque ricostruito il percorso mentre i poliziotti della Stradale di Sondrio lo hanno interecettato a Forcola sulla Statale dello Stelvio: lo hanno immediatamente fermato e scortato fino da colleghi che sapevano lo stavano cercando. "Dovevo andare a Menaggio ma ho sbagliato strada, allora ho fatto inversione", si è giustificato come se non avesse commesso nulla di estremamente pericoloso lo svizzero, che però abita in zona in Italia.

"È stato sanzionato con il ritiro della patente di guida e l’inibizione del suo utilizzo in territorio nazionale", rassicura il commissario capo Anna Lisa Valleriani, comandante della Stradale leccese da cui dipendono gli agenti della sottosezione di Bellano. Medesima sorte era toccata a inizio ottobre a un 78enne di Colico per lo stesso motivo. Per evitare altri episodi analoghi intanto i tecnici di Anas stanno mettendo mano alla segnaletica degli svincoli di 36 e 38 per rafforzarla ulteriormente.