Daniele De Salvo
Cronaca

Lecco, dove si può fare il bagno nel lago? Ecco i risultati delle analisi delle acque

Tutte le spiagge sono balneabili. Non si può invece nuotare nel lago di Annone a Oggiono per la mucillaggine

Bagnanti ad Abbadia, sul lago di Lecco

Bagnanti ad Abbadia, sul lago di Lecco

Lecco, 22 maggio 2023 – La stagione dei bagni al lago è finalmente cominciata. E' arrivato il sole e sono arrivati soprattutto i risultati delle analisi delle acque del Lario svolte dai tecnici di laboratorio di Ats della Brianza.

Tutte le spiagge del ramo lecchese del lago di Como risultano balneabili: il Campeggio e il Lido lariano ad Abbadia; la Puncia e la spiaggia di Oro a Bellano; Inganna, il lido di Colico e il laghetto di Piona a Colico; il Campeggio Europa a Dervio; la riva del Cantone e la Rivetta di Dorio; Pradello, la Canottieri e Rivabella a Lecco; la Riva bianca di Lierna; la spiaggetta di Malgrate; Olcio, il Camping , il lido di Mandello e il Nautilus a Mandello; Onno, Vassena e Limonta a Oliveto e la riva Gittana a Perledo. Sono balneabili anche Ona ad Annone Brianza e la darsena Brera e la Punta del corno del lago di Pusiano rispettivamente a Bosisio Parini e Rogeno.

Sono invece vietati tuffi e nuotate alla Sabina di Oggiono sul lago di Annone per l'eccessiva concentrazione di cianobatteri che formano mucillaggini. “Data l’estrema variabilità del fenomeno della fioritura algale in relazione alle condizioni climatiche ed atmosferiche, si ribadisce che in presenza di acque torbide, schiume o mucillaggini, o con colorazioni anomale è sconsigliato immergersi – suggeriscono da Ats -. E’ comunque buona norma, a tutela della salute, evitare di ingerire acqua durante il contatto con acque di balneazione, fare la doccia appena usciti dall’acqua provvedendo ad asciugare completamente tutto il corpo, con particolare riguardo alla testa e sostituire il costume dopo il bagno”. Il contatto con acque contaminate da cianobatteri potrebbe provocare diversi effetti, tra cui irritazione delle vie respiratorie e degli occhi, come riniti, asma, congiuntiviti, tosse, oltre a disturbi gastrointestinali.