La sconfitta (2-4) con il Piacenza è pesante, ma poteva andare peggio. Eppure un punto nelle ultime tre partite è un bottino troppo misero per una squadra che punta ai playoff del girone A di Serie C. "Stiamo costruendo un mattoncino per volta perché quando arriva una scossa di terremoto dobbiamo essere pronti – afferma mister Gaetano D’Agostino –. Adesso è arrivata la scossa. Si perde, rosico davvero per la sconfitta ma dispongo di giocatori capaci che possono riprendersi". Nella prima ora di gioco con il Piacenza sono arrivati quattro gol. "Abbiamo concesso quattro occasioni e loro ne hanno approfittato. La squadra però è forte, lo si vede nelle difficoltà, anche solo nel ridurre lo svantaggio nei minuti finali".

Le critiche dei tifosi però non mancano. "Quando si vince sono tutti sul carro ma ora sto giù, con la mia squadra. Il tifoso lecchese non giudica il risultato, ma vuole l’atteggiamento guerriero e noi dobbiamo lavorare per riportarlo in campo. Consideriamo che siamo in tempo per riprendere il nostro cammino, perché ogni squadra ha i suoi momenti negativi e rimaniamo comunque a tre punti dalla vetta". Prossima sfida sarà domenica, in casa della Juventus Under 23. F.L.