Caldo Natale sul lago di Como, il termometro sfiora i 20 gradi: colpa del Foehn

La neve sulle piste si è sciolta in molti settori e domani si potrà sciare solo grazie all'innevamento artificiale

iI lago e le montagne senza neve sul lago di Como a Colico
iI lago e le montagne senza neve sul lago di Como a Colico

Natale in maniche di camicia sul lago di Como a Lecco e anche in Valsassina. Le temperature la Vigilia di Natale hanno sfiorato i 20 gradi nella città dei Promessi sposi. Oggi le massime sono più basse, ma restano comunque sopra la media di stagione, mentre le minime sono ulteriormente in rialzo.

Il caldo anomalo si è fatto sentire pure in quota, non solo in riva al lago e in Brianza. Ai Piani di Bobbio a Orscellera, a 1.850 metri di quota, la colonnina di mercurio ha raggiunto gli 11°. La neve delle piste da sci si è sciolta in molti settori e domani, quando gli impianti di risalita oggi chiusi, riapriranno, si potrà sciare solo grazie all'innevamento artificiale.

A scaldare l'inizio delle vacanze di Natale è stato il Foehn, o Favobio, il caldo e secco. Vista la situazione meteo particolare, i volontari del Soccorso alpino raccomandato a tutti gli appassionati di montagna e agli escursionisti di consultare il bollettino nivologico e delle valanghe aggiornato quotidianamente dai meteorologi dell'Arpa, l'Agenzia regionale per la protezione ambientale.