Barzanò: ''È scoppiata la casa, c'è un morto!''. Ma è un falso allarme

Sono esplose solo le gomme di due biciclette per un incendio divampato in una abitazione

I soccorritori a Barzanò

I soccorritori a Barzanò

Barzanò (Lecco), 27 gennaio 2024 - “Aiuto, aiuto, correte! E' esplosa una casa!”. Momenti di paura nel pomeriggio di oggi a Barzanò, dove si è temuto che un'esplosione all'interno di un complesso residenziale avesse anche ucciso una dei residenti. Per fortuna si è trattato di un falso allarme. A esplodere sono state solo le gomme di due biciclette nel giardino di una palazzina dove è divampato un incendio.

Quando è stato accertato quanto realmente accaduto, ormai sul posto erano già intervenuti i vigili del fuco di quattro squadre del comando provincia di Lecco e del distaccamento di volontari di Merate con due autopompe serbatoio, un'autobotte e un'autoscala, i sanitari di un'automedica e di un'autoinfermieristica di Areu e i volontari della Croce bianca di Merate e di Giussano con due ambulanze.

Oltre a non essersi verificate deflagrazioni, non sono non risultano morti, ma nemmeno feriti né intossicati. I vigili del fuoco in pochi minuti hanno spento le fiamme impedendo che si propagassero ulteriormente e hanno ripristinato le condizioni di sicurezza. Sono in corso le verifiche sull'agibilità dell'abitazione dove si è sviluppato l'incendio. Chi ha lanciato l'allarme evidentemente ha temuto il peggio dopo aver udito i colpi delle ruote delle biciclette esplodere per la pressione e visto il fumo.