Barzanò, addio a Peppino Aldeghi: è stato sindaco per 19 anni. “Un esempio per tutti”

L'ex primo cittadino di lungo corso aveva 91 anni. Il ricordo: “Per lui essere sindaco di Barzanò non aveva paragoni”

Giuseppe Aldeghi

Giuseppe Aldeghi

Barzanò (Lecco), 10 dicembre 2023 – Lutto a Barzanò. È morto Giuseppe Aldeghi, storico sindaco del paese. Aveva 91 anni. Si è spento sabato sera. È stato sindaco ininterrottamente per diversi mandati, dal 1978 al 1997, oltre che esponente locali di spicco della Dc. A Peppino, come lo chiamavano tutti, si devono molte opere pubbliche importanti, tra cui la scuola elementare e la piscina comunale. Lascia la moglie Pinuccia, con cui aveva tagliato il traguardo delle nozze di diamante, e i figli Tiziano, Paola, Laura e Giancarlo, quest'ultimo attuale vicesindaco e pure lui sindaco, per due mandati fino al 2021. Il funerale verrà celebrato domani, lunedì, nella chiesa parrocchiale di Barzanò alle 15.

Il cordoglio dell'Amministrazione

“L'amministrazione comunale di Barzanò esprime il proprio profondo cordoglio per la comparsa dell'ex sindaco Giuseppe Aldeghi, primo cittadino dal 1978 al 1997, figura storica e di costante riferimento per la nostra collettività – sono le parole del sindaco attuale  Gualtiero Chiricò, di cui appunto il figlio di Peppino è vicesindaco -. È stato, e rimarrà sempre per noi, un importante esempio, a cui si devono iniziative e decisioni che ancora oggi segnano positivamente il nostro paese. Il sindaco e gli amministratori tutti sono vicini alla famiglia, a cui vanno le più sentite condoglianze”.

Il ricordo

“Persona di grande spessore umano, una delle persone che più mi sono state vicine e mi hanno sostenuto da giovane segretario provinciale della Dc – lo ricorda il sindaco di Valmadrera ed ex senatore Antonio Rusconi -. Ricordo la sua ultima candidatura nel 1993, ancora con il simbolo del partito, orgoglioso di quella storia: in quella occasione ho capito che la prima qualità di un sindaco deve essere la passione, l’amore per la propria comunità. Per lui essere sindaco di Barzanò non aveva paragoni. Apparteneva a una generazione di sindaci, che rialzatasi dagli orrori della guerra, aveva lavorato per costruire il bene comune nella e della propria comunità .

L'ex consigliere regionale

“È difficile trovare le parole giuste quando ti lascia una persona che ha inciso così profondamente nella tua vita – confida Raffaele Straniero, ex consigliere regionale dem ed ex sindaco di Oggiono -. Prima che barzanese, ha abitato per molto tempo ad Oggiono e qui ha diretto una società sportiva che, oltre al ciclismo e cicloturismo, ha dedicato due sezioni all'atletica leggera e alla pallavolo, avvicinando  alla pratica di questi due sport tante ragazze e tanti ragazzi, fra i quali c'ero anch'io. Anche in politica è stato per me punto di riferimento. Ho molto apprezzato che, anche quando ha lasciato gli incarichi pubblici, ha continuato a dare il suo contributo spassionatamente”.

Il sindaco di Barzago

“Condoglianze al figlio Giancarlo Aldeghi, alla sua famiglia e ai colleghi amministratori del comune di Barzanò per la scomparsa del padre, Giuseppe Peppino Aldeghi – aggiunge Mirko Ceroli, sindaco di Barzago -. Ho fatto in tempo a conoscere Giuseppe negli ultimi suoi anni da sindaco, quando ero consigliere delegato all'Ambiente e seguivo il Parco agricolo della Valletta o partecipavo alle assemblee delle società partecipate che si occupavano di depurazione delle acque. Ho apprezzato il suo modo diretto e concreto di affrontare le questioni. Per molti giovani amministratori del tempo, come me, era un riferimento e fonte di informazioni. Riposi in pace”.