Brivio, arrestato l’ex barista Graziano Rigamonti per un giro di prostituzione minorile

Il 34enne, frontman della band “The Italian Blues Brothers” e residente a Besana Brianza, avrebbe adescato adolescenti per i suoi clienti

Graziano Rigamonti in abiti di scena

Graziano Rigamonti in abiti di scena

Brivio (Lecco), 28 febbraio 2024 – Sopra il bancone i prezzi per espressi, spritz e birre. Nel retrobottega il tariffario delle prestazioni sessuali di ragazzini e ragazzine che avrebbe reclutato per darli in pasto ai suoi clienti. I carabinieri della compagnia di Merate hanno arrestato un barista di 34 anni di Besana Brianza (frazione Montesiro), Graziano Rigamonti, che gestiva un bar a Brivio, il Bar dello Zoo, ora chiuso.

È accusato di sfruttamento delle prostituzione minorile e di pedopornografia. Il 34enne era già ai domiciliari con il braccialetto elettronico per violenza sessuale su una 17enne e per aver passato droga ad altri adolescenti. Sono stati i magistrati della Dda di Milano a chiederne la cattura e il trasferimento in carcere.

Secondo gli investigatori avrebbe filmato gli incontri sessuali di alcuni e alcune adolescenti che lui stesso avrebbe reclutato sia in provincia di Lecco sia in provincia di Milano. Oltre ai video, nel suo pc e nei suoi telefonini è stato trovato un vero e proprio prezziario delle diverse prestazioni sessuali che avrebbe chiesto ai minorenni che reclutava. Sono stati sequestrati pure documenti falsi per consentire ai e alle baby escort di prenotare camere d'albergo e nelle altre strutture ricettive dove poi si dovevano concedere ai suoi clienti.

Rigamonti, tra le altre cose, era il frontman della tribute band “The Italian blues brothers”. Il locale a Brivio era stato aperto nel 2022 ed era poi stato chiuso alla fine del 2023.