Colico, auto precipitata nel lago. Carlo ed Enrico lottano per la vita in ospedale

Il marito della vittima, Manuela Spargi, e un loro parente hanno superato la notte e sono in prognosi riservata. La vettura è caduta per una quarantina di metri dopo una manovra sbagliata

Colico (Lecco), 2 gennaio 2023 – Enrico e Carlo sono ricoverati in gravissime condizioni, ma hanno miracolosamente superato la notte e continuano lottare per la vita. Enrico è in prognosi riservata al Circolo di Varese, dove è stato trasferito in eliambulanza; Carlo si trova all'ospedale di Gravedona. Sono i due superstiti dell'incidente successo nel pomeriggio di ieri a Piona, in Alto Lario, a Colico: Manuela, moglie di Carlo, invece che la retro per uscire da un parcheggio ha ingranato la prima e tutti e tre, che si trovavano a bordo di una Nissan Qashqai sono precipitati nel lago di Como dopo un salto di una quarantina di metri.

I vigili del fuoco al lavoro per recuperare l'auto finita nel lago
I vigili del fuoco al lavoro per recuperare l'auto finita nel lago

Manuela Spargi, 59enne di Milano, è morta sul colpo, mentre Enrico, che ha 60 anni, e Carlo, un loro parente che ne ha 79 di Bernareggio, sono sopravvissuti. Carlo inizialmente era cosciente, poi anche lui è andato in arresto cardiocircolatorio per i traumi subiti e perché rimasto immerso nell'acqua gelida a lungo.

Li ha salvati Ivano Ghidoni, un vigile del fuoco 45enne di Milano fuori servizio che si è buttato in acqua e li ha trascinati fuori dall'abitacolo della macchina cappottata semisommersa in cui erano intrappolati. Provvidenziale la presenza anche di Debora Palmisano, la sua compagna, che è una rianimatrice. I due sopravvissuti sono stati poi soccorsi dai sanitari di Areu intervenuti con due automediche e l'eliambulanza di Sondrio, dai volontari del Soccorso bellanese e della Croce rossa di Colico e di Morbegno, che hanno continuato a rianimarli, fino al trasferimento in ospedale.