Un Boeing B787 Dreamliner
Un Boeing B787 Dreamliner

Difetti di fabbricazione nelle componenti in titanio fornite alla Boeing: Leonardo crolla improvvisamente in Borsa. Nella seduta odienta il gruppo aerospaziale italiano ha visto scendere in pochi minuti le proprie quotazioni da 7,2 euro a 6,76 euro, con un calo repentino del 5,8%

Secono quanto riprotato da Bloomberg, il tonfo a Piazza Affari sarebbe dovuto ai difetti delle componenti per il Boeing 787 Dreamliner. Il costruttore Usa aveva confermato il difetto di fabbricazione segnalando di aver ricevuto una notifica da parte di un fornitore, senza specificare quale. "C'e' una indagine in corso, ma abbiamo constatato che questo non rappresenta un pericolo immediato per la sicurezza della flotta attualmente in servizio" ha dichiarato un portavoce di Boeing.Gli elementi in titanio non rispetterebbero le norme di solidità vigenti per i B787 prodotti nel corso degli ultimi tre anni.

L'indiscrezione di Bloomberg ha indicato in Leonardo l'azienda fornitrice che ha segnalato il difetto alla Boeing, facendo precipitare le quotazioni dell'azienda italiana che ha chiuso la seduta ampliando il rosso: 6,66 euro per azione, -7%.