Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 mag 2022

Caro bollette commercianti, soldi da Regione Lombardia. Ecco il bando

Dieci milioni per realizzare interventi che abbassino i costi. Si parte il 15 giugno

26 mag 2022
giambattista anastasio
Economia
I costi energetici in crescita limitano gli utili del commercio: arriva un sostegno per ridurli
I costi energetici in crescita limitano gli utili del commercio: arriva un sostegno per ri
I costi energetici in crescita limitano gli utili del commercio: arriva un sostegno per ridurli
I costi energetici in crescita limitano gli utili del commercio: arriva un sostegno per ri

È stato pubblicato ieri il bando da 10 milioni di euro col quale la Regione Lombardia intende sostenere i commercianti nella realizzazione di interventi di efficientamento energetico che consentano di abbassare i consumi e quindi gli importi delle bollette delle loro attività. "La misura – si legge nella nota congiunta diramata ieri dagli assessori regionale Guido Guidesi (Sviluppo Economico) e Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni) – sarà disponibile da mercoledì 15 giugno. Sempre nel mese di giugno – prosegue la nota – apriranno anche i bandi per le imprese artigiane e per gli impianti natatori e del ghiaccio, a completamento del pacchetto energia varato dalla Regione per un valore complessivo di circa 65 milioni di euro".

Un’altra novità riguarda l’aumento della dotazione finanziaria della misura a sostegno delle attività commerciali. L’aumento dell’investimento pubblico è di 1,13 milioni di euro che porta la dotazione finanziaria complessiva a 10.745.500 euro. La misura è realizzata nell’ambito dell’accordo con il Sistema Camerale Lombardo. Nel dettaglio, per le imprese del commercio, della ristorazione e dei servizi l’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile, nel limite massimo di 30mila euro. Sono ammissibili progetti con un ammontare minimo pari a 4mila euro.

Per le imprese artigiane, il cui investimento regionale è di 22,3 milioni di euro, l’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 50% della spesa ritenuta ammissibile, nel limite massimo di 50.000 euro. Sono ammissibili i progetti con un ammontare minimo pari, stavolta, a 15mila euro. Infine, per sostenere gli operatori economici che gestiscono impianti natatori e del ghiaccio il sostegno pubblico consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino all’ 80% della spesa ritenuta ammissibile, nel limite massimo di 350mila euro.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?