FULVIO D'ERI
Economia

Benzina: dove si risparmia? E dove si spende di più? Italia, Svizzera e l'oasi sui monti

Viaggio fra le province di confine e la vicina Confederazione. Fra sorprese e miti sfatati

Pieno di carburante

Pieno di carburante

Milano - I prezzi dei carburanti nelle province lombarde che confinano con la Svizzera, Como, Sondrio e Varese, sono aumentati ma il pieno conviene farlo ancora in Italia. C’è fermento e malumore tra gli automobilisti e i camionisti che in questi primi giorni del 2023 hanno visto aumentare di una ventina di centesimi al litro il prezzo del carburante, complice la fine dello sconto sulle accise voluto a marzo 2022 dal governo Draghi ma non riproposto, almeno per ora, dal governo Meloni. Una misura che ovviamente ha scontentato chi usa abitualmente l’auto per lavoro e per necessità. "È tutta una bolla speculativa delle compagnie petrolifere" e "togliere la misura voluta da Draghi rappresenta un autogol per la Meloni e un grave danno per noi". Questi due dei tanti commenti sentiti ieri da automobilisti e camionisti intercettati in alcune aree di servizio delle tre province lombarde.

Gli utenti, in questi giorni, stanno usando App e siti dedicati per cercare di trovare il prezzo migliore, considerando il servizio fai da te (il servito costa 10 centesimi in più al litro), e risparmiare. La nostra indagine rivela che fare il pieno in Italia, cercando il distributore col prezzo migliore, è sicuramente più conveniente che farlo nel vicino Canton Ticino. A Como e provincia, per esempio, andiamo dall’1.73 della benzina venduta dalla Kerotris di Cantù, dove il gasolio costa 1.81 al litro, fino a prezzi sopra i 2 euro, quasi sempre griffati IP (a Guanzate il Diesel costa 2.27 al litro e la benzina 2.13). In mezzo l’1.86 per il diesel e l’1.81 per la benzina alla Q8 di Cadorago o l’1.96 (diesel) e l’1.88 (benzina) di Olgiate. In provincia di Varese si va dall’1.73 della IP di Bardello per la benzina e per l’1.81 al Carrefour di Gavirate per il diesel, fino a prezzi superiori ai 2 euro. Al Gigante, al confine tra Castellanza e Legnano, il prezzo è 1.82 per il diesel e 1,78 per la benzina mentre l’Agip, sempre a Castellanza, propone il diesel a 1.85 e la benzina a 1.81. La Sommese di Busto Arsizio vende un litro di diesel a 1.88 e uno di benzina a 1.82.

In provincia di Sondrio troviamo il prezzo più basso all’Iperal di Castione, benzina a 1.77 e diesel a 1.83, mentre all’Agip di Sondrio e a quella di Chiuro, 1.83 per la benzina e 1.91 per il gasolio, alla Tamoil di Castione, benzina a 1.80 e diesel a 1.83. Abbiamo poi fatto qualche chilometro all’interno della vicina Svizzera. A Mendrisio un litro di benzina costa da 1.80 a 1.87 mentre il diesel, ritenuto da sempre dagli elvetici molto più inquinante della benzina, da 2.05 a 2.14. Se per quel che riguarda la benzina siamo più o meno sullo stesso livello, con il pieno di gasolio in Italia si risparmia, mediamente, dai 12 ai 15 euro a pieno. E per i valtellinesi c’è sempre Livigno, zona "franca" dove le accise non si applicano. Qui il prezzo medio è intorno a 1.40 euro al litro per il gasolio e 1.35 per la benzina.