In 376mila hanno già ricevuto la prima dose
In 376mila hanno già ricevuto la prima dose

Monza, 6 giugno 2021  - La Brianza corre verso l’immunità di gregge, Ats sfonda il mezzo milione di vaccinazioni, ne ha all’attivo 530mila per l’esattezza. Coinvolto il 50,18% della popolazione: in 376mila hanno già ricevuto la prima dose (su 749.000) e altri 166mila anche il richiamo "entro luglio tutti potranno contare almeno su un’iniezione", assicura Silvano Casazza, direttore generale di Ats.
La campagna procede a ritmo serrato con una novità: da domani gli over 60 dei comuni sotto i 5mila abitanti potranno presentarsi in uno degli hub dell’Azienda senza prenotazione. Così ha deciso la Regione per piccoli centri in cui la media di over protetti era inferiore a quella lombarda del 21,3% (a metà maggio). I vertici sanitari hanno chiesto aiuto ai comuni: "Abbiamo deciso insieme dove convocare i sessantenni, gli scoperti sono 3.400 su tutto il territorio". L’operazione coinvolge il Vimercatese in blocco, terra di piccoli borghi, nella misura rientrano Aicurzio, Burago, Camparada, Correzzana, Caponago, Mezzago, Ornago, Roncello, Ronco, Sulbiate, ai quali si aggiungono Renate, Misinto e Veduggio. "L’obiettivo è mettere al sicuro il più in fretta possibile chi è più a rischio - sottolinea il direttore -. Non mancano le sorprese: la statistica racconta che è più difficile agganciare gli adulti che i ragazzi. L’adesione degli under 30 è massiccia, i giovani vogliono la barriera per tornare subito a una vita più normale possibile, i 50-60enni invece hanno più dubbi. Con loro il personale al lavoro nei centri vaccinali ha condotto un’opera di informazione capillare e approfondita. Ci siamo presi il tempo necessario per ascoltare tutti e sciogliere i nodi. Stesso impegno anche da parte dei medici di famiglia".
Che l’input del Pirellone sia quello di mettere benzina nel motore è confermato anche dall’incremento delle linee all’ex Esselunga di Vimercate.
Da lunedì saliranno a 10, ma si proverà a raggiungere le 12, finora con 7 sono state somministrate anche 1.500 fiale al giorno, ma si punta ad aumentare fino a sfiorare il raddoppio. Ha chiuso invece il drive-in della Fiera di Monza, dove Ats aveva convocato i più fragili. Caregiver e familiari riceveranno la seconda dose all’ex Philips: "L’hub ha svolto un ruolo essenziale all’avvio della fase massiva - ricorda Casazza - abbiamo tutelato i più deboli e allo stesso tempo gli ospedali in una fase ancora molto critica spostando l’organizzazione all’esterno".