Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 gen 2022
12 gen 2022

Prenotare vaccino anti Covid Lombardia: come fare. Si potrà spostare data terza dose

Novità nella modalità di gestione degli appuntamenti per la dose booster di vaccinazione anti Covid in Regione. Cosa sapere e cosa cambia da oggi e dal 18 gennaio

12 gen 2022

Milano - Novità in arrivo sul fronte della prenotazione del vaccino anti Covid n  Lombardia. Tra pochi giorni, precisamente da martedì 18 gennaio, in Lombardia si potrà cambiare la data di prenotazione della terza dose senza la necessità di cancellare l'appuntamento preso prima di procedere alla scelta di un nuovo giorno. Un'opportunità che sarà consentita in automatico, accedendo al portale della Regione riservato alle prenotazioni. Un'opportunità importante alla luce della possibilità, scattata negli scorsi giorni, di sottoporsi alla dose booster a distanza di 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario. Senza contare le nuove norme sull'uso del super green pass e l'immininente riduzione della sua durata (da 9 a 6 mesi). 

Chi può fare la terza dose

Possono prenotare la dose booster

  • Cittadini con età uguale o maggiore di 12 anni
  • Cittadini con elevata fragilità, trapiantati e immunocompromessi
  • Operatori Sanitari e Sociosanitari
  • Soggetti A.I.R.E., personale UE, SASN, enti/organizzazioni diplomatiche ed internazionali, cittadini stranieri

A partire da sabato 8 gennaio 2022 possono prenotare la terza dose (booster) di vaccino anti Covid-19 anche i cittadini appartenenti alla fascia di età 12-15 anni. La dose booster è inoltre accessibile per tutti i cittadini che abbiano compiuto almeno 16 anni, per gli iscritti all'AIRE, per coloro che appartengono alle altre categorie previste dall'Ordinanza 7/2021, per il personale SASN, per i cittadini stranieri o in possesso di codice STP. A partire da sabato 8 gennaio 2022, la “terza dose” può essere prenotata dai cittadini che abbiano completato il ciclo vaccinale primario da almeno 4 mesi (120 giorni), come previsto dalla Circolare del Ministero della salute 0059207-24/12/2021-DGPRE-DGPRE-P.

Come si prenota il vaccino anti Covid in Lombardia

Per prenotare il vaccino è possibile utilizzare il portale online https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/. Cliccando su "Prenota il vaccino anti Covid" si apre una schermata per l'inserimento dati (codice fiscale e numero di tessera sanitaria).  E' possibile prenotare anche   tramite call center al numero 800.894.545 (i tempi di attesa potrebbero essere più lunghi, a causa del flusso di telefonate). C'è un'altra modalità di prenotazione: è possibile fissare l'appuntamento per la terza dose anche recandosi presso un Postamat Poste Italiane della Lombardia e seguendo la procedura guidata che compare sullo schermo. Non è necessario essere cliente di Poste Italiane, basta avere la Tessera Sanitaria. Anche il portalettere può effettuare una prenotazione per il vaccino anti Covid-19 . E' sufficiente chiedere il suo supporto per eseguire la procedura di prenotazione. Il servizio è gratuito e solo i portalettere di Poste Italiane sono abilitati a fornirlo.

Cosa fare in caso di difficoltà a prenotare

In merito ad alcune segnalazioni ricevute da parte di cittadini che non riescono a completare la prenotazione della terza dose tramite il portale di Regione Lombardia, la Direzione generale Welfare informa che "gli operatori del call center 800.89.45.45 sono a disposizione per verificare e risolvere la problematica". "Si tratta per la maggior parte di cittadini con tessera sanitaria emessa da altra Regione, alcuni residenti in Lombardia, altri no, vaccinati in precedenza in Regione Lombardia o in altre Regioni», spiega una nota. "Per queste articolate casistiche gli addetti al numero verde provvederanno a fornire adeguata assistenza per la soluzione", assicura la Regione. 

Come prenotare appuntamento: per data o vicinanza

A partire da oggi i cittadini potranno effettuare una prenotazione (prima o terza dose) scegliendo tra due differenti modalità di ricerca. Si potrà valutare la disponibilità dei centri per data: in funzione del giorno desiderato di prenotazione, la piattaforma proporrà al cittadino gli slot disponibili per delle fasce orarie per ogni centro vaccinale presente sulla mappa visualizzata dal portale. Oppure si potrà valutare la disponibilità dei centri in un'area specifica: in funzione del Cap indicato al cittadino, in questo caso, la piattaforma proporrà gli slot disponibili per ciascuna delle fasce orarie per ogni centro vaccinale presente sulla mappa.

Zona arancione, cosa cambia: le nuove regole e le restrizioni per non vaccinati

L'importanza della prenotazione: "Non presentatevi senza"

Nei giorni scorsi l'assessora Welfare della Regione Lombardia Letizia Moratti ha invitato i cittadini "a non presentarsi nei centri vaccinali senza prenotazione, per un'affluenza ordinata e sicura, per evitare code, lunghe attese e problemi di gestione al personale". E assicura che "le scorte di vaccino sono sufficienti a coprire le attuali necessità e c'è ampia disponibilità di prenotazione nelle agende dei centri". "Possono presentarsi ai centri vaccinali - ha aggiunto Palazzo Lombardia  - senza prenotazione, solo ed esclusivamente, i cittadini con più di 12 anni che vogliono ricevere la prima dose e quindi mai vaccinati. Anche per loro, però, sarebbe preferibile l'accesso con prenotazione, così da evitare eventuali inutili code e assembramenti. La vaccinazione dei bambini della fascia d'età 5-11 anni non è ad accesso libero e deve essere prenotata dai genitori". 

Lombardia verso la zona arancione

Ieri in Lombardia con 265.222 tamponi effettuati era di 45.555 il numero di nuovi casi di Covid registrati, con un tasso di positività al 17,1%. 55 i decessi. Per quanto riguarda le province, 13.022 i positivi segnalati a Milano, 6.408 a Brescia, 4.187 a Varese e 4.111 a Bergamo. In crescita il numero di ricoverati in terapia intensiva (+10, 256) e nei reparti (+203, 3.202) dove è stata superata la soglia del 30%, la seconda dopo l'incidenza dei casi per la zona arancione. Manca solo la soglia del 20% per le intensive (al momento 16,7%) ma, a fronte di questi dati, è sempre più probabile che la Lombardia cambi fascia da lunedì 17 gennaio, come ha confermato oggi il governatore Attilio Fontana. "La direzione è sicuramente quella, speriamo di riuscire a fermarci prima» ha detto il presidente, aggiungendo però che «è difficile fare delle previsioni soprattutto perché la variante Omicron è completamente diversa. Lo sviluppo non è paragonabile al vecchio Covid".

Regole zona arancione
Regole zona arancione

Riapre (per la terza volta) l'ospedale in Fiera

Dato l'aumento dei ricoveri, la Direzione Generale Welfare di Regione Lombardia ha chiesto a tutte le strutture ospedaliere pubbliche e private accreditate coinvolte nella gestione dell'attuale fase epidemica, una rimodulazione dell'attività di ricovero programmato e differibile, al fine di garantire la disponibilità di posti letto per pazienti affetti da Covid-19. Sempre nell'ottica di aumentare i posti letto per chi è stato contagiato dal coronavirus, riaprirà venerdì prossimo l'ospedale in Fiera a Milano. Si tratta della terza riapertura dell'ospedale in fiera dopo quella fra aprile e giugno 2020 per la prima ondata, e quella fra l'ottobre 2020 e giugno 2021. Positivi, infine, i dati relativi ai vaccini. In particolare, in Lombardia più dell'85% del personale scolastico ha completato il ciclo di vaccinazione comprendente la seconda dose o il booster.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?