Napoli - Giustizia è fatta, o quasi. Il Gratta e vinci da mezzo milione rubato da un tabaccaio a una donna di 69 anni, potrà ora essere incassato dalla legittima proprietaria. L'Agenzia delle accise, dogane e monopoli ha recuperato oggi, in seguito al dissequestro da parte della procura di Napoli, il Gratta e vinci da mezzo milione di euro che era stato rubato nelle settimane scorse ad una napoletana di 69 anni, la quale potrà ora finalmente incassare la vincita. Lo rende noto la stessa Agenzia, che ha avviato le procedure per il pagamento.

Una vicenda che aveva fatto scalpore. Il tabaccaio che a Napoli aveva sottratto a una anziana un Gratta e vinci da 500mila euro aveva provato a lasciare l'Italia, ma è stato bloccato a Fiumicino dalla Polizia di frontiera in seguito all'alert diramato dai carabinieri in tutto il territorio europeo. L'uomo era in possesso di un biglietto per Fuerteventura ma non del tagliando vincente. I carabinieri, subito contattati, lo hanno identificato e denunciato per furto, in stato di libertà.

Il tabaccaio aveva tentato di partire per Fuerteventura, isola delle Canarie. Gaetano Scutellaro, marito della titolare della tabaccheria in via Materdei a Napoli era stato però bloccato e 

La donna alcune settimane fa aver acquistato un tagliando lo aveva grattato e vinto 500 mila euro. Incredula, per avere conferma della vincita, era entrata nella tabaccheria dove lavorava Scutellaro e aveva dato a lui il tagliando per verificare l'effettiva vincita di mezzo milione. Ma non appena l'uomo aveva verificato che effettivamente il biglietto era vincente era scappato. Alla donna non era rimasto che sporgere denuncia.