Roma, 27 febbraio 2021 - "A partire dalla seconda metà di gennaio si osserva un trend in diminuzione del numero di casi negli operatori sanitari e nei soggetti di età maggiore o uguale a 80 anni, verosimilmente ascrivibile alla campagna di vaccinazione in corso". E' quanto segnala l'Istituto superiore di Sanità, nell'aggiornamento nazionale sull'epidemia di Covid-19.  Un dato che l'Iss evidenzia anche postando un grafico su Twitter. "La curva epidemica dei casi riportati come operatori sanitari e la curva dei casi non riportati come operatori sanitari hanno avuto un andamento molto simile fino alla seconda metà di gennaio - si legge nel passaggio del report -, quando le due curve hanno iniziato a divergere, mostrando un trend visibilmente in calo per gli operatori sanitari a fronte di un trend stazionario, con tendenza a un lieve aumento dall'8 febbraio". 

L'Istituto superiore di Sanità, inoltre, sottolinea anche l'andamento dei casi nella popolazione 80enne e over 80, postando un grafico che nel rapporto viene commentato così: "Analizzando il numero di casi di infezione da Sars-CoV-2 nella popolazione suddivisa per fascia di età inferiore a 80 anni e maggiore o uguale a 80 anni, si osserva un andamento molto simile nelle due fasce fino alla seconda metà di gennaio e successivamente un netto calo nella popolazione di età maggiore o uguale a 80 anni. Un'ulteriore diminuzione del numero di casi e della gravità dello stato clinico in questa fascia di età sono attese nelle prossime settimane - si legge - in risposta all'aumento della copertura vaccinale". 

"In ritardo, ma le buone notizie arrivano anche dall'Italia non solo da Israele. Sbrighiamoci!". Così il virologo Roberto Burioni, docente all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano, commenta la segnalazione dell'Istituto superiore di Sanità, che indica "dalla seconda metà di gennaio" un "netto calo" dei casi di Covid-19 "per la popolazione di età maggiore o uguale a 80 anni".