Mentre l'Italia prova ad accelerare sul fronte vaccini, con la nuova ordinanza del commissario straordinario all'emergenza, il generale Francesco Figliuolo, l'Italia continua a fare i conti con un bilancio quotidiano dei contagi che resta da monitorare con attenzione. Un miglioramento, infatti, c'è, ma la velocità di flessione della curva resta piuttosto lento. Sono 15.746 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. I morti registrati oggi sono 331. I primi dati arrivati oggi, domenica 11 aprile, dalle regioni si erano rivelati discordanti, cartina al tornasole di una situazione ancora fluida, in cui rispettare con assoluta cautela le misure di prevenzione. Bene il Veneto, sempre fra i primi a fornire le cifre sui nuovi casi, in cui il numero degli attualmente positivi è calato di 728 unità. Sostanzialmente sulla linea di ieri, invece, le Marche, in cui il tasso di positività è sceso in maniera lievissima. Lieve peggioramento, sul fronte dei numeri assoluti per quanto riguarda i nuovi casi, nel Lazio. E anche il Piemonte vede un aumento del tasso di positività. Poi il dato complessivo, migliore, almeno in termini assoluti, rispetto a quello di sabato. Domani, intanto, entrerà in vigore la nuova mappa dei colori, con sei regioni che passeranno dal rosso all'arancione e la Sardegna, l'ex isola felice, che diventerà zona rossa. Capitolo vaccini: la Lombardia ha superato quota 2 milioni di somministrazioni, come annunciato dal governatore Fontana e dall'assessore Moratti.

Coronavirus: i contagi in Italia / IL PDF

Lieve miglioramento in numeri assoluti per il quadro nazionale, ma peggioramento sul fronte del tasso di positivtà. Nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino quotidiano del ministero della Salute, sono stati 15.746 i nuovi contagi rispetto ai 17.567 di sabato. I morti sono 331 (sabato 344) con il totale delle vittime da inizio pandemia che sale a 114.254. Ieri, sabato 10 aprile, il tasso di positività si era attestato al 5,4%, mentre oggi è al 6,2%. Dopo diversi giorni tornano a salire le terapie intensive. Sono 3.585 i pazienti ricoverati nelle rianimazioni per Covid in Italia, 27 in più rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 175 (ieri 186). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 27.251 persone, 316 in meno rispetto a ieri.

La situazione in Lombardia

Guardia sempre alta in Lombardia, la regione più colpita dal virus da quando il Covid-19 è arrivato in Italia. Con 41.303 tamponi eseguiti è di 2.302 il numero di nuovi positivi al Coronavirus registrati oggi in Lombardia, una percentuale quindi inferiore al 5,6%. Continua la diminuzione dei ricoveri che in terapia intensiva sono 814, dieci meno di ieri, e negli altri reparti scendono sotto quota seimila, ovvero 5896 (-163). I decessi sono stati 77, il che porta il totale da inizio epidemia a 31.753. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 734 contagi, a Brescia 367, a Bergamo 244, a Monza 203, a Mantova 132, a Pavia 127, a Varese 112, a Como 107, a Cremona 80, a Sondrio 69, a Lecco 58 e a Lodi 26. Ieri, sabato 10 aprile la Lombardia aveva sfiorato quota 3.000 nuovi contagi. Erano stati 2.974 i casi diagnosticati in regione, il 5,6% dei 53.133 tamponi processati in regione. I decessi erano stati 81, con il totale da inizio pandemia che era arrivato a 31.676.

Le regioni

Abruzzo

Sono 259 i nuovi positivi da Covid-19 in Abruzzo. Hanno un'età compresa tra 1 e 90 anni. Le vittime sono 3. Sostanzialemente invariata la situazione negli ospedali, con un lieve decremento solo nelle terapie intensive.

Basilicata

In Basilicata sono 253 i nuovi casi di positivi al Sars Cov-2 (243 sono residenti), su un totale di 1.493 tamponi molecolari. Due, invece, i decessi, mentre salgono a cinque i comuni in zona rossa. 

Provincia di Bolzano

In Alto Adige sono 74 i nuovi casi di Covid-19 su 4.901 tamponi processati nella giornata di ieri. Nessun decesso nelle ultime 24 ore. Le vittime complessive causate dal coronavirus, o da strascico della malattia, è pari a 1.150 nella provincia autonoma dall'inizio della pandemia.

Calabria

Sono 593 i nuovi positivi individuati in Calabria con 3.212 tamponi fatti ed un rapporto tamponi positivi del 18,46%. Sei le vittime, con il totale che sale a 903, mentre sono stabili i ricoveri con un nuovo ingresso in area medica (473) e nessuno in terapia intensiva (38).  

Campania

Sono 1.854 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 17.231 tamponi molecolari. I sintomatici sono 649. Nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 27 nuovi decessi, 17 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 10 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. 

Emilia Romagna

Sono 1.170 - 350.988 dall'inizio dell'epidemia - i casi di positività registrati in Emilia-Romagna nelle ultime ventiquattro ore su un totale di 17.620 tamponi eseguiti. Dei contagiati, 478 sono asintomatici. Migliora la situazione negli ospedali, in calo nelle terapie intensive (quattro unità) e nei reparti normali (-94). I decessi sono 40.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 3.723 tamponi molecolari sono stati rilevati 172 nuovi contagi con una percentuale di positività del 4,62%.  I decessi registrati sono 12; le persone ricoverate nelle terapie intensive sono 75 e quelli negli altri reparti 519. 

Lazio 

Oggi su oltre 15 mila tamponi nel Lazio (-2.424 rispetto) e oltre 16 mila antigenici per un totale di oltre 32 mila test, si registrano 1.675 casi positivi (+212), 19 i decessi (-16) e +1.985 i guariti. Aumentano i casi e le terapie intensive, mentre diminuiscono i decessi e i ricoveri.

Liguria

In Liguria i nuovi casi sono 335. I morti registrati oggi sono 32, cifra che porta a superare quota 4.000 da inizio pandemia (4.003).

Marche

Nelle ultime 24 ore sono stati individuati 406 nuovi casi di infezione al Covid-19: il 16,8% rispetto ai 2.416 tamponi, molecolari e antigenici, processati . Il rapporto positivi-test effettuati e' stabile rispetto al giorno precedente, quando era stato del 16,9%.

Molise

In una delle regioni più piccole d'Italia oggi i casi in più sono 38. Uno solo il decesso conteggiato

Piemonte 

Oggi l'Unità di Crisi regionale ha comunicato 1.372 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 46 dopo test antigenico), pari all'8,7% dei 15.834 tamponi eseguiti, di cui 5.114 antigenici. I nuovi decessi sono 13. Calano i ricoveri in terapia intensiva (-4) e nei reparti normali (-27), ma il tasso di positività è in aumento.

Puglia

Nelle ultime 24 ore sono stati registrati in Puglia 10.485 test per l'infezione da Covid-19 e sono stati registrati 1.359 casi positivi. Dati in miglioramento, almeno sul fronte dei numeri assoluti, per quella che è una delle regioni che rimarranno rosse anche da domani. Le vittime di oggi sono 15.

Sardegna

Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 369 nuovi contagi. Si registrano anche quattro nuovi decessi (1.265 in tutto). Sono, invece, 335 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+12), mentre sono 56 (+1) i pazienti in terapia intensiva. La Sardegna da oggi sarà zona rossa.

Sicilia 

Tra ieri e oggi in Sicilia sono stati scoperti 1.120 contagiati dal Covid-19 grazie a 16.541 tamponi antigenici e molecolari. Nello stesso arco temporale si sono registrati 9 morti e 331 guariti. Gli attuali positivi sull'Isola salgono quindi a 22.971, 780 più di ieri.

Toscana

Sono 209.208 i casi di positività al Coronavirus, 1.222 in più rispetto a ieri (1.192 confermati con tampone molecolare e 30 da test rapido antigenico). I nuovi casi sono lo 0,6% in più rispetto al totale del giorno precedente. Si registrano invece 30 nuovi decessi: venti uomini e dieci donne.

Provincia di Trento

Nessun decesso Covid nelle ultime 24 ore in Trentino. Dai 1.312 tamponi molecolari analizzati ieri (746 dall'Ospedale Santa Chiara e 566 dalla Fem) sono emersi 42 nuovi casi positivi, accanto alla conferma della positività di 25 persone il cui contagio era stato individuato nei giorni scorsi dai tamponi rapidi. 

Umbria

Quindici ricoverati Covid in meno rispetto a sabato. Ora 313, secondo i dati aggiornati dalla Regione. Sono invece 41, due in meno, i posti occupati nelle terapie intensive. Nell'ultimo giorno sono stati registrati 135 nuovi positivi, 210 guariti e altri due morti.

Valle d'Aosta

Sono 42 i nuovi casi positivi al Covid segnalati in Valle d'Aosta. Gli attuali positivi, in diminuzione, sono 1.110 e di questi 64 ricoverati e 12 in terapia intensiva. Nessun nuovo decesso.

Veneto

Flette la curva dei contagi Covid in Veneto, che registra 871 nuovi positivi nelle ultime 24 ore e 28 decessi. Dati che portano il numero degli infetti da inizio dell'epidemia a 395.207, e quello delle vittime a 10.941.

L'ordinanza sui vaccini

L'obiettivo resta quello delle 500mila dosi al giorno: traguardo che slitta, però, a fine mese. Al momento ci attestiamo sulle 300mila. Ma dalle Regioni è già arrivato l'allarme. Se non dovessero arrivare nuove dosi a maggio la campagna rischia di bloccarsi. Anche per questo il generale Figliuolo nella sua nuova ordinanza ha indicato le priorità da seguire da adesso in poi nella campagna. Le Regioni dovranno inoculare le dosi partendo dai cittadini con più di 80 anni, categorie fragili e loro conviventi, caregiver. Poi settantenni e sessantenni.

La nuova mappa dei colori

Da domani cambiano colore in meglio sei regioni. Si tratta di Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana che diventeranno arancioni da rosse che erano. "Bocciatura", invece, per la Sardegna, in cui i contagi sono in aumento. L'isola è passata in poco tempo dal bianco al rosso, colore che per i cittadini sardi scatterà oggi. Sollievo, quindi, per i negozi delle regioni che entrano in zona arancione, che potranno tornare a riaprire. Solo asporto e take-away, invece, per ristoranti, bar e pub. Questa, comunque, la nuova mappa dei colori dell'Italia da domani, lunedì 12 aprile. Entrano in zona arancione le regioni Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana che vanno ad aggiungersi ad Abruzzo, Basilicata, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Sicilia, Umbria e Veneto e alle Province autonome di Bolzano e Trento. In zona rossa la Sardegna si aggiunge a Campania, Puglia e Valle d'Aosta. Nessuna regione in zona gialla e in zona bianca.

ZONA ARANCIONE: COSA SI PUO' FARE E COSA NO

ZONA ROSSA: COSA SI PUO' FARE E COSA NO

Indagato l'ex commissario

Intanto esplode il caso mascherine. L'ex commissario all'emergenza Domenico Arcuri risulta indagato con l'accusa di peculato. Avrebbe acquistato un lotto di mascherine senza certificazione all'interno di un appalto affidato a tre consorzi cinesi per un valore di un miliardo e 250 milioni. L'accusa è inserita nel fascicolo aperto dalla procura di Roma sulla questione di forniture di mascherine Ffp2 irregolari in arrivo dalla Cina. Arcuri, che il premier Mario Draghi ha sostituito con il generale Figliuolo, respinge le accuse nei suoi confronti. "Io indagato? - ha detto - Non ne ho notizia". La sua risposta è stata affidata a una nota di Invitalia, la struttura da lui attualmente gestita. "'Il dottor Arcuri - si legge nella nota - nonché la struttura già preposta alla gestione dell'emergenza continueranno, come da inizio indagine, a collaborare con le autorità inquirenti nonché a fornire loro ogni informazione utile allo svolgimento delle indagini".