Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Covid, 11.000 fake news da inizio pandemia. Ecco le più comuni

Dalle mascherine ai tamponi una marea di false notizie circolate in rete. La maggior parte su Twitter

PAULLO - ARCHIVIO - ATTACCO HACKER - COMPUTER - FOTO CANALI/NEWPRESS - PER REDAZIONE SUD MILANO/METROPOLI - CERRI/PINCIONI/STIMOLO
Diffusione di fake news sul web (Newpress)

Mentre Elon Musk annuncia di voler smascherare i profili falsi su Twitter, la cui acquisizione da parte del magnate di Tesla è stata temporaneamente sospesa, c'è chi invece conta le fake news circolate anche e soprattutto attraverso il medesimo social in tempo di pandemia. Lo fa un'analisi realizzata da Reputation Science, presentata in occasione della terza edizione del Premio giornalistico Umberto Rosa voluto da Confindustria dispositivi medici e patrocinato dall'Ordine dei giornalisti, svelando numeri impressionanti.  Il dato Nel mirino dei falsificatori di notizie in primis le mascherine: sono circa 7mila le notizie false o potenzialmente tali circolate sul web su questo argomento negli ultimi 2 anni, da marzo 2020 a marzo 2022. E se si considerano anche quelle sui tamponi (oltre 2mila), sui saturimetri, sui respiratori e i test sierologici, le fake news salgono quasi a quota 11mila (10.887). Se il 52% di queste notizie false viaggia attraverso un social, Twitter, i blog sono responsabili invece del 20% dei contenuti fake, mentre l'8% delle notizie non veritiere trova spazio sui siti online.  Il commento L'indagine ha esaminato le conversazioni in Rete tentando di mappare la diffusione di fake news in merito ai dispositivi medici maggiormente usati durante la pandemia di Covid-19. La ricerca si è focalizzata su cinque dispositivi: mascherine, tamponi, test sierologici, respiratori e saturimetri. "Dall'analisi emerge con chiarezza come la diffusione di fake news sia legata a momenti di forte emotività - ha commentato Andrea Barchiesi, co-founder & Ceo Reputation Science - Il proliferare di queste notizie false coincide in maniera speculare con l'aumento dei decessi, segno di diretta proporzionalità tra infodemia ed emotività. I dispositivi medici su cui si sono sviluppate più fake news a livello volumetrico sono state le mascherine, seguite dai tamponi, i dispositivi su cui gli utenti hanno dibattuto di più e per più tempo. La ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?