Milano - L'Italia nella morsa di Covid-19. A un anno di distanza dal primo lockdown totale il Paese si è più che mai tinto di rosso e arancione, in particolare nelle regioni settentrionali. Riusciranno le limitazioni del nuovo Dpcm entrato in vigore oggi a frenare la corsa del virus? L'obiettivo è scongiurare un nuovo lockdown, anche se le varianti fanno paura. Secondo il bollettino quotidiano sulla pandemia diffuso dal ministero della Salute oggi in Italia sono 23.641 i test positivi al coronavirus nelle ultime 24 ore, che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 3.046.762. Sono invece 307 le vittime in un giorno, per un totale di 99.578. 13.984 i dimessi/guariti (2.481.372 il totale). Gli attualmente positivi sono 465.812 (+9.342). Di questi 442.540 si trovano in isolamento domiciliare, 20.701 sono ricoverati con sintomi. In terapia intensiva si trovano 2.571 pazienti: 214 gli ingressi del giorno. Da ieri sono stati processati 355.024 tamponi, con un tasso di positività al 6,66% (ieri era del 6,4%). In Lombardia, la regione più colpita, oggi i nuovi casi sono 5.658 a fronte di 58.505 tamponi processati. Il tasso di positività è in crescita al 9.6% (ieri 9.1%). I decessi registrati nelle ultime 24 ore sono 67 (ieri 61) per un totale di 28.705 vittime da inizio pandemia. Per quanto concerne i ricoveri, oggi registrato un aumento di 130 unità (nel complesso 4.934 posti letto occupati). In crescita anche le terapie intensive, con un saldo di +22 (50 gli ingressi giornalieri). In totale i pazienti ricoverati in terapie intensiva sono a quota 565. 75.155 soggetti. I guariti/dimessi dall'inizio dell'emergenza sono 520.251 (+1.065). Gli attualmente positivi in totale sono 80.654 (+4.526).

Bollettino Covid Italia del 6 marzo / Pdf

La Regione con più casi è sempre la Lombardia, ancora in aumento (+5.658), seguita da Emilia Romagna (+3.232), Campania (+2.843), Piemonte (+1.793) e Lazio (+1.563).

Bollettino Covid Lombardia 6 marzo

Ecco la ripartizione dei nuovi casi di Covid-19 in Lombardia, suddivisi per provincia: Milano 1.450, Bergamo 394, Brescia 1.210, Como 363, Cremona 200, Lecco 264, Lodi 75, Mantova 261, Monza e Brianza 537, Pavia 366, Sondrio 29, Varese 407.

I dati Covid di oggi delle regioni

EMILIA-ROMAGNA

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 276.601 casi di positività, 3.232 in più rispetto a ieri, su un totale di 36.607 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 8,8%. 

CAMPANIA

Sono 2.843 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania (di cui 405 casi identificati da test antigenici rapidi). Dei 2.843 nuovi positivi, 206 sono risultati sintomatici. I tamponi analizzati oggi sono 25.527 (di cui 5.038 antigenici). La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari a 11,13%. Il totale dei positivi in Campania dall'inizio dell'emergenza è 282.661 (di cui 8.054 antigenici), il totale dei tamponi processati è 3.066.706 (di cui 132.169 antigenici).

LAZIO

Nel Lazio sono 37.169 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 1.896 ricoverati, 242 in terapia intensiva e 35.031 in isolamento domiciliare. Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono in totale 199.572, i decessi 6.029 e il totale dei casi esaminati è pari a 242.770. 

VENETO

Nuovi balzo in avanti dei contagi nel report sul Covid in Veneto, Il bollettino della Regione segnala 1.539 positivi e 17 decessi nelle ultime 24 ore. Il totale degli infetti dall'inizio dell'epidemia sale a 341.281, quello dei morti a 9.953. Negli ospedali sono ricoverati nei reparti ordinari 1.197 malati, mentre nelle terapie intensive sono 153 i letti occupati da pazienti colpiti dal virus. 

PIEMONTE

Oggi l'Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.793 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 303 dopo test antigenico), pari al 6,7% dei 26.879tamponi eseguiti, di cui 18.956 antigenici. Dei 1.793 nuovi casi, gli asintomatici sono 567(31,6%). 

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 7.150 tamponi molecolari sono stati rilevati 482 nuovi contagi con una percentuale di positività del 6,74%. Sono inoltre 3.115 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 179 casi (5,74%). I decessi registrati sono 10, a cui se ne aggiunge un altro avvenuto a febbraio; i ricoveri nelle terapie intensive sono 63 mentre quelli in altri reparti risultano essere 409. 

TOSCANA

Sono 1.293 in più rispetto a ieri i casi di positivià al Coronavirus riscontrati in Toscana che, in tutto, salgono a 163.096. I nuovi casi (1.253 sono confermati con tampone molecolare e 40 da test rapido antigenico), sono lo 0,8% in piu' rispetto al totale del giorno precedente. Oggi sono stati eseguiti 15.726 tamponi molecolari e 9.547 tamponi antigenici rapidi, di questi il 5,1% è risultato positivo. 

MARCHE

Nelle Marche sono stati 836 i nuovi casi di 'Covid-19' individuati nelle ultime 24 ore, con un'incidenza del 33,2% rispetto ai 2.518 tamponi molecolari processati. Un rapporto stabile rispetto al giorno precedente, quando i positivi erano stati 1.027, il 33,3% dei 3.084 test effettuati. Il totale dei casi individuati dall'inizio della crisi pandemica e' salito cosi' a 72.259. Lo si apprende dal primo aggiornamento del Servizio sanitario regionale.

Lombardia in arancione scuro

La Lombardia è rimasta in zona arancione ma con la raccomandazione "di adottare il massimo livello di mitigazione", ha spiegato dal governatore di Regione Lombardia Attilio Fontana, che ieri ha anticipato il verdetto del monitoraggio Iss. Dal 5 marzo la regione è in arancione scuro, con scuole chiuse (aperti solo gli asili nido). Corrono intanto i contagi. Ai Civili di Brescia è in costante aumento il numero dei ricoverati. E a Milano "stiamo per riconvertire in reparto Covid un reparto che normalmente faceva altro" ha detto ieri Massimo Galli, virologo del Sacco. "Non è una situazione di aperta crisi - ha spiegato - ma ci sono segnali di allarme, anche in altri ospedali". Restano le polemiche sulla chiusura delle scuole: ieri genitori, insegnanti e studenti  hanno manifestato con Priorità alla Scuola davanti alla sede di Ats. Durante la Conferenza Stato-Regioni, Letizia Moratti, assessore regionale al Welfare, ha chiesto al Governo di assicurare al più presto non solo i ristori ma anche, considerata la chiusura delle scuole, i bonus baby sitting e i congedi parentali: "È essenziale che le famiglie possano contare su un sostegno in questo momento di difficoltà. Del resto, l’aumento dei casi tra gli studenti non ci ha lasciato alternative: non era possibile fare diversamente se non chiudere le scuole. Una scelta evidentemente dolorosa che comprendiamo possa aver creato un disagio a molte famiglie".

Il caso di Brescia

Preoccupa la situazione della provincia di Brescia, che oggi registra oltre 1.200 casi. "A Brescia da giorni siamo molto impegnati sul fronte Covid -  ha detto direttore generale dell'Asst Spedali Civili, Massimo Lombardo - facendo il punto della situazione. (segu la fotografia dei casi oggi è di 400 pazienti positivi ricoverati, 36 in terapia intensiva. C'è un trend in salita costante da diversi giorni che però si è intensificato negli ultimi 5-6 con accessi sostenuti nei pronto soccorso della provincia. Teniamo, seppur a fatica ma siamo molto vicini alla saturazione dei posti letto in terapia intensiva". 

Regole zona rossa e zona arancione rafforzata: cosa cambia? Ecco le differenze

La nuova mappa delle zone Covid

Il ministro Roberto SperanzaIl ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia, ieri ha firmato due nuove ordinanze volte a contenere la diffusione dell'epidemia da nuovo coronavirus. I provvedimenti entreranno in vigore lunedì 8 marzo 2021. La prima ordinanza dispone il passaggio in zona rossa per la Campania. La seconda ordinanza dispone il passaggio in zona arancione per le regioni Friuli Venezia Giulia e Veneto e la proroga della zona arancione per l'Emilia Romagna. I provvedimenti fanno salve eventuali misure più restrittive già adottate sui territori.

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle diverse aree in base ai livelli di rischio a partire dall'8 marzo 2021 è la seguente:

Zona gialla: Calabria, Lazio, Liguria, Puglia, Sicilia, Valle d’Aosta
Zona arancione: Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria, Veneto
Ziona rossa: Basilicata, Campania, Molise
Zona bianca: Sardegna


Indentificata a Varese variante rarissima

E' stata identificata nel laboratorio di microbiologia dell'ASST Sette Laghi una rarissima variante del Covid 19 descritta in un solo altro caso al mondo, in Thailandia. Il sequenziamento dell'intera proteina spike, quella parte del Sars CoV-2 che prende contatto con le cellule da invadere, da parte dei professionisti del laboratorio, guidati dal professor Fabrizio Maggi, ha rivelato una struttura molecolare unica, diversa da tutte le altre, anche da quella delle altre varianti già individuate a Varese nelle settimane scorse, in alcuni casi per la prima volta in Italia. L'ipotesi formulata inizialmente da Maggi è stata confermata dai colleghi del San Raffaele di Milano che, in poco tempo, hanno amplificato e ricostruito l'intero genoma del virus: quella identificata nel laboratorio dell'ASST Sette Laghi è una variante del virus riscontrata solo un`altra volta nel mondo, in un luogo molto lontano dall'Italia, in Thailandia, isolata in un viaggiatore di ritorno dall'Egitto. 

Oggi in vigore il nuovo Dpcm

Entra in vigore oggi il nuovo Dpcm, il primo che porta la firma di Mario Draghi, che detta le regole per il contenimento del coronavirus dal 6 marzo al 6 aprile. Il testo, firmato dal premier lo scorso 2 marzo, disciplina dunque anche le festività pasquali, salvo nuovi provvedimenti ad hoc che potrebbero arrivare qualora da qui ad aprile il Governo ritenesse necessarie ulteriori restrizioni. Il Dpcm Draghi ricalca nell'impianto generale quelli di Giuseppe Conte, improntanti al rigore. Restano dunque in vigore il sistema a fasce colorate, il coprifuoco e lo stop agli spostamenti tra regioni; inoltre, c'è un'ulteriore stretta sulla scuola.