Smog in provincia di Cremona, da domani scattano le norme anti-inquinamento

Nei Comuni con più di 30.000 abitanti, divieto di circolazione dei veicoli fino a euro 1 benzina e fino a euro 4 diesel,

Controlli stradali, foto di repertorio (Ansa)
Controlli stradali, foto di repertorio (Ansa)

Cremona, 15 gennaio 2024 – Colpa del clima e soprattutto della mancanza di pioggia e vento (vedi le previsioni meteo  per la Lombardia) ma da domani, martedì 16 gennaio 2024, nei comuni della provincia di Cremona da domani, scattano le misure temporanee anti-inquinamento atmosferico.

I dati pubblicati oggi da Arpa Lombardia hanno certificato il quarto giorno consecutivo di superamento del valore limite riferito alla media giornaliera di PM10.

Divieto di circolazione

Come previsto dalla dalla normativa, le misure saranno attive, nei comuni con più di 30.000 abitanti, il divieto di circolazione dei veicoli fino a euro 1 benzina e fino a euro 4 diesel, anche se dotati di FAP o aderenti al servizio Move-In.

Impianti termici

In tutti i comuni della provincia saranno inoltre vigenti il divieto di utilizzo degli impianti termici alimentati a biomassa legnosa a fino a 3 stelle comprese, il divieto di spandimento dei liquami zootecnici (peraltro già vietato in tutta la Regione nei mesi di dicembre e gennaio), la riduzione di 1 grado delle temperature massime nelle abitazioni e il divieto di qualsiasi tipo di combustione all'aperto. Nei prossimi giorni verrà valutato il verificarsi delle condizioni per la disattivazione delle misure.

Tutte le informazioni

Sul sito www.infoaria.regione.lombardia.it sono riportate tutte le informazioni relative alle misure temporanee per il miglioramento della qualità dell'aria. Il sito prevede anche un servizio di notifiche per essere informati tempestivamente circa l'attivazione delle misure temporanee. L'alert può essere attivato previa registrazione.

Le misure permanenti

In Lombardia  sono in vigore tutto l'anno le limitazioni della circolazione per i veicoli più inquinanti - benzina euro 0 e 1, diesel euro da 0 a 3 - nei 209 Comuni di Fascia 1 e nei 361 Comuni di Fascia 2 e per i veicoli euro 4 diesel  nei 209 Comuni di Fascia 1 e nei 5 Comuni di Fascia 2 con oltre 30.000 abitanti (Varese, Lecco, Vigevano, Abbiategrasso e S. Giuliano Milanese). 

MoVe-In

A partire dal 1° ottobre 2019 è stato avviato il servizio MoVe-In (Monitoraggio Veicoli Inquinanti), che rappresenta una limitazione chilometrica alla circolazione dei veicoli più inquinanti, alternativa alle limitazioni temporali su fasce orarie e giornaliere. In altre parole, aderendo a Move-In, il veicolo non sarà più soggetto ai blocchi orari e giornalieri vigenti, ma sarà invece soggetto ad una limitazione chilometrica, monitorata attraverso il conteggio totale dei chilometri  percorsi in qualsiasi fascia oraria e all’interno di un tettochilometrico  massimo annuo stabilito in base alla tipologia e alla classe ambientale del veicolo. Una scatola nera (black-box), installata sul veicolo, consente di rilevare le percorrenze reali attraverso il collegamento satellitare ad un’infrastruttura tecnologica dedicata.