Emanuele Coti Zelati, di Sinistra, contesta la decisione del Comune di Crema
Emanuele Coti Zelati, di Sinistra, contesta la decisione del Comune di Crema

Crema (Cremona), 24 ottobre 2020 - «Avanti le auto, indietro le bici". Lo sottolinea, sconsolato, Emanuele Coti Zelati, consigliere comunale di Sinistra, prima in maggioranza e da qualche tempo all’opposizione. È rimasto stupito nel vedere gli operai del Comune impegnati in via Treviglio a tracciare una nuova serie di posteggi, una quindicina, dove fino a pochi minuti prima c’era una ciclabile. Per la verità una ciclabile c’è ed è sul lato opposto della via Treviglio, interessata al cambiamento. Ma mentre la ciclabile rimasta porta in una zona diversa, quella cancellata terminava con la possibilità di arrivare in piazza Fulcheria o di proseguire fin verso il centro.

"Dopo aver bocciato la nostra proposta di elaborazione di un piano per la qualità dell’aria – riprende Coti Zelati - perché gli amministratori reputano di aver già fatto bene ed abbastanza (così hanno detto in Consiglio), la Giunta Bonaldi, nello stesso quartiere dove ha abbattuto gli alberi di via Bacchetta, ha pensato di eliminare il tratto finale della ciclabile di via Treviglio di circa 90 metri e di sostituirlo con parcheggi, senza metterne uno riservato a disabili. E’ un bel modo di favorire la mobilità leggera, migliorare la qualità dell’aria e fare cultura: è quello che ho detto a mio figlio quando ha notato, stupito, la mancanza della ciclabile che percorreva da quando aveva iniziato a pedalare".