Crema, la gang dei garage di piazza Di Rauso terrorizza gli inquilini Aler

La denuncia della consigliera Ilaria Chiodo: “Musica assordante, sporcizia e vandalismi. Perché nessuno fa niente?”

I box sono stati "arredati" con divani e poltrone

I box sono stati arredati anche con divani I giovani fanno baccano sporcano e si teme spaccino

Crema, 25 febbraio 2024 – “Una piccola Caivano. Con gli inquilini che non ne possono più e le forze dell’ordine, più volte avvertite, che non hanno risolto la situazione". Lo dice la consigliera comunale della lista Borghetti (gruppo civico di opposizione) Ilaria Chiodo che parla, sconsolata, di quel che avviene in piazza Di Rauso. O meglio, nei garage sotterranei dei caseggiati. Lì sotto una gang di una decina di ragazzi, alcuni minorenni, ha preso possesso di alcuni garage e fa il bello e il cattivo tempo.

Si trovano il pomeriggio e la sera e fanno musica a tutto volume fino alle tre di notte, accumulano sporcizia e vuoti di bottiglie dappertutto, spaccano gli estintori e c’è la possibilità che spaccino. Perché si vedono entrare nel sotterraneo auto che poi escono dall’altra parte dopo pochissimo tempo.

I garage sono stati arredati con poltrone e divani come confortevoli luoghi di ritrovo. E gli inquilini delle case ormai hanno paura e sono stanchi di sopportare questo andazzo che va avanti da oltre sei mesi.

"Abbiamo avvertito tutti, sindaco compreso – racconta la Chiodo – e non abbiamo ottenuto nulla. L’Aler è venuta una volta, ha chiuso i garage con nuove serrature che sono durate un giorno; il Comune non interviene; le forze dell’ordine non si vedono e la gente non ne può più. Impossibile anche togliere la corrente: non c’è il contatore collegato a ogni singolo garage, ma uno per tutti e le spese vengono ripartite tra tutti i residenti. Qui la giustizia non esiste, ma noi pretendiamo che il problema venga risolto. Qui abitano anche anziani e disabili e ormai pochi osano scendere nei garage perché i ragazzi hanno atteggiamenti aggressivi nei loro confronti".