Superluna Blu la notte del 31 agosto, la più grande dell’anno: dove vederla in Lombardia

Nella notte tra mercoledì e giovedì la luna sarà al perigeo. L’astrofisico “Delle quattro Superlune sarà anche quella più luminosa”

La Superluna Blu, il momento in cui sarà al perigeo

La Superluna Blu, il momento in cui sarà al perigeo

Nella notte tra mercoledì e giovedì i cieli della Lombardia accoglieranno la cosiddetta Superluna Blu, un evento astronomico nel quale la luna è al perigeo, ovvero è nel punto della sua orbita più vicino alla Terra. Per questo la sua dimensione sembrerà più luminosa e grande del solito (circa il 7 per cento rispetto al normale).

L'astrofisico Gianluca Masi ha spiegato che  “alle ore 3:37 del 31 agosto la Luna sarà piena a distanza di circa nove ore dal suo passaggio al perigeo, ovvero la minima distanza dalla Terra”. Questa, ha sottolineato, “delle quattro Superlune visibili quest'anno, sarà la più vicina, dunque la più grande, seppur marginalmente”.

Su internet, l’evento è trasmetto in streaming dal Virtual Telescope Project su YouTube: una telecamera sarà puntata sullo skyline di Roma dalle 5.30 di notte giovedì. Ma per vederla dal vivo ci sono anche molti luoghi in Lombardia, famosi come osservatori astronomici. Eccone alcuni.

Cascina Linterno

Luogo tipico per vedere il cielo notturno è Cascina Literno, un tempo dimora del Petrarca, oggi sede di numerosi eventi per la valorizzazione del territorio. Unica e imperdibile è infatti la possibilità di osservare il cielo comodamente sdraiati sull’erba all’interno del Parco delle Cave, sede della Cascina.

Parco di Trenno

Altro rifugio per chi non intende rinunciare a guardare le stelle è il Parco di Trenno, noto ai milanesi perché sede dell’evento Piani dei Resinelli. Un’oasi di tranquillità immersa nel verde, a pochi passi dall’ippodromo di San Siro, costituita da ampi prati dove sdraiarsi per ammirare la luna.

Abbazia di Morimondo

Un terzo luogo d’incontro con le stelle in città è senza dubbio l’Abbazia Morimondo, un’abbazia cistercense a pochi chilometri da Milano, nella omonima località vicino ad Abbiategrasso. Non è situata in altura ma la pace e la tranquillità non mancano se si considera che l’Abbazia si trova all’interno del Parco del Ticino. Meta di turisti e pellegrini durante tutto l’anno, è il luogo ideale per chi vuole abbinare all’osservazione del cielo anche un’esperienza interessante dal punto di vista storico e religioso.

Parco Regionale Campo dei Fiori

Non poteva mancare, il Parco Regionale Campo dei Fiori che, non a caso, ospita al proprio interno l’osservatorio astronomico G.V. Schiapparelli. Il Parco si trova nella provincia di Varese ed è stato istituito nel 1984 con apposita legge regionale. La distanza non lo rende facile da raggiungere ma la bellezza dei suoi luoghi ripaga tutti gli sforzi per arrivarci: non solo una vegetazione molto varia, ma anche importanti edifici storici, tra cui il complesso del Sacro Monte, dichiarato patrimonio dell’Unesco.

Ca’ del Monte

Anche l’Oltrepò Pavese offre svariate possibilità per scrutare il cielo: una di queste è sicuramente a Cecima, presso l’Osservatorio Astronomico Ca’ del Monte. Qui, nelle stagioni estive, viene proposto un ricco programma di eventi, tra cui incontri con esperti, concerti, passeggiate e osservazioni del cielo sia notturne sia diurne. 

Piani dei Resinelli

Spostandosi invece nelle Prealpi lombarde in provincia di Lecco, si trova questo altopiano tra i 1200 e i 1300 metri di altitudine. Inutile dire che da qui si può godere di una vista eccezionale sul cielo, anche rimanendo nei comuni limitrofi come Abbadia Lariana, Mandello del Lario, Ballabio e Lecco. Il consiglio però è quello di soggiornare in uno dei tanti rifugi della zona, per gustare un buon piatto della tradizione e trascorrere la notte all’insegna della natura.