Il mistero della donna in gravidanza: "Mi gira la testa". Sviene e muore al nono mese

Mariano Comense, la 33enne incinta era in casa con il marito. Le ultime parole: "Non sto bene" L’autopsia chiarirà la causa del decesso. Il pm: accertare se il malore letale fosse prevedibile ed evitabile

Soccorsi

Soccorsi

Mariano Comense (Como) – Sarà il medico legale Giovanni Scola a fare chiarezza sulle cause della morte della mamma di 33 anni, al nono mese di gravidanza, scomparsa improvvisamente nel primo pomeriggio di sabato. Ieri mattina il magistrato di turno della Procura di Como, Giuseppe Rose, ha dato incarico per lo svolgimento dell’autopsia, chiedendo la causa del decesso ed eventuali considerazioni medico legali sulla possibilità di prevenire quel drammatico malore. Tuttavia, i primi accertamenti svolti sabato pomeriggio dai carabinieri della Tenenza di Mariano Comense, non hanno evidenziato alcun genere di criticità.

La donna , di origine pakistana e già madre di un bimbo di un anno, residente a Mariano Comense, era ormai a pochi giorni dal termine. Quella mattina si era sentita con il marito, che era al lavoro, e gli aveva detto di aver avuto alcuni mal di testa e giramenti di testa. L’uomo è andato subito a casa, con l’intenzione di portarla al Pronto soccorso, ma la donna non ha voluto, convinta di stare meglio e che quel malore fosse stato solo un problema momentaneo. Dopo aver pranzato, verso le 14, la coppia si è coricata per riposare: è stato a quel punto che la donna si è alzata dicendo di voler fare due passi nell’altra stanza.

A un certo punto il marito non l’ha sentita più muoversi, ha smesso di sentire i suoi passi che camminavano avanti e indietro sul pavimento della stanza accanto: si è alzato ed è andato a cercarla. La donna era stesa a terra, ormai senza vita. Ha subito capito che era successo qualcosa di enorme, ha chiamato i soccorsi e sperato. Spiazzato e disperato, perché fino a quel momento, la donna non aveva manifestato alcun problema di salute: non era in cura per particolari patologie, e non stava prendendo farmaci. Una gravidanza lineare, nessun complicazione di altra natura. Fin da subito, sono state escluse tutte le possibili circostanze diverse dal malore.

Ora tutto quello che manca a dare una spiegazione a questa tragedia dovrà svelarlo il medico legale, il cui esame è previsto per questa mattina. Come atto dovuto, il magistrato dovrà anche valutare se era possibile prevedere o prevenire quel malore. Anche se è inequivocabile che la donna, e il bimbo che sarebbe nato tra poco, sono stati vittime di una tragedia, è comunque non rinunciabile capire fino in fondo cosa l’abbia causata. Un caso raro il suo, ma purtroppo non unico, di malore improvviso e asintomatico. Una volta chiarito cosa ha causato questa tragica morte, rimarrà una ulteriore pagina drammatica: quella di un padre e di un bimbo di un anno, che hanno perso una moglie e un figlio, una mamma e un fratellino.