Entra in pizzeria ubriaco con un pitone al collo e minaccia la cameriera con una pistola: “Ti sparo in faccia”

Un pluripregiudicato di 48 anni è stato denunciato a Casnate con Bernate per aver minacciato la cameriera di una pizzeria che lo aveva messo alla porta perché sotto gli effetti di un evidente abuso di alcolici

A destra, la pistola sequestrata dai carabinieri di Fino Mornasco

A destra, la pistola sequestrata dai carabinieri di Fino Mornasco

Casnate con Bernate (Como), 10 febbraio 2023 – Un pitone al collo, due rottweiler molto aggressivi al guinzaglio e una pistola puntata contro la cameriera, come i dannati dei film noir anche se è successo per davvero. I carabinieri di Fino Mornasco hanno denunciato un pluripregiudicato di 48 anni per porto abusivo di armi e minaccia aggravata.

Ieri sera si è presentato ubriaco fradicio alla pizzeria Mela rossa di Casnate con Bernate: attorno al collo aveva un pitone, vivo e vero, mentre al guinzaglio teneva due rottweiler che continuavano ad abbaiare e ringhiare, terrorizzando i clienti a tavola. 

Pretendeva di bere ancora, ma il proprietario del ristorante e la cameriera sono riusciti a metterlo alla porta. Come tuta risposta lui ha giurato che per vendetta per l'affronto avrebbe prima fatto esplodere loro la testa a colpi di pistola e poi avrebbe fatto saltare in aria il locale. Detto e fatto: poco dopo infatti è tornato indietro brandendo una pistola che ha spianato contro la cameriera. Un cliente è riuscito a convincerlo ad andarsene di nuovo.

Poco sono poi arrivati in forze i carabinieri della caserma di Fino Mornasco e di Mozzate che hanno subito compreso di chi si trattasse. A casa sua hanno successivamente trovato una pistola calibro 9 marca Bruni modello 92, una scacciacani ma senza tappino rosso e praticamente uguale a una vera sebbene inoffensiva. La semiautomatica giocattolo è stata sequestrata, il 48enne è stato denunciato a piede libero.