Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
24 mag 2022

Aston Martin Bulldog e Bugatti 57S regine al Concorso d’Eleganza

Una ha vinto il premio assegnato dal pubblico l’altra il trofeo Best of Show di una giuria di esperti

24 mag 2022
All’evento sono state presentate una cinquantina di vetture esclusive
All’evento sono state presentate una cinquantina di vetture esclusive
All’evento sono state presentate una cinquantina di vetture esclusive
All’evento sono state presentate una cinquantina di vetture esclusive
All’evento sono state presentate una cinquantina di vetture esclusive
All’evento sono state presentate una cinquantina di vetture esclusive

Sicuramente anche James Bond, il mitico agente 007, sarebbe stato d’accordo con il premio alla Aston Martin Bulldog del 1979 che ha vinto la Coppa d’Oro al Concorso d’Eleganza Villa d’Este, tra le manifestazioni più prestigiose al mondo dedicate alle auto d’epoca, che si è tenuto lo scorso fine settimana a Villa d’Este.

A vincere il premio del pubblico è stata la vettura, prodotta in un unico esemplare, del trentaseienne miliardario americano Phillip Sarofirm, che sotto la sua elegante livrea nasconde un motore V8 biturbo di 5300cc da 600 cavalli in grado di farla volare a sfiorare i 300 chilometri l’ora. Un record ancor più sorprendete considerando che questa supercar, acquistata nel 2012 a 1,3 milioni di sterline (oltre 1,5 milioni di euro), quest’anno festeggia le 43 primavere.

La Bugatti 57S Cabriolet del 1937 ha vinto il Trofeo Bmw Group Best of Show, premio assegnato da una giuria di esperti.

Durante il concorso sono state presentate circa cinquanta auto che rappresentano quasi un secolo di storia automobilistica. Protagonista del fine settimana sul lago Bmw che ha festeggiato i 50 anni della divisione sportiva M presentando la esclusiva M4 CSL e la nuova BMW i7, la prima BMW Serie 7 completamente elettrica. Un’altra ospite speciale è stata la seconda Rolls-Royce Boat Tail, ancora più esclusiva e raffinata della prima che fu presentata nel 2021.

Roberto Canali

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?