Scontri dopo il Brescia retrocesso a giugno. Nuova raffica di Daspo

La Questura di Brescia ha emesso 101 Daspo a seguito degli scontri avvenuti al Rigamonti durante la partita Brescia-Cosenza. 28 nuovi provvedimenti si aggiungono ai 75 già emessi, con 4 arresti e 11 feriti.

Scontri dopo il Brescia retrocesso a giugno. Nuova raffica di Daspo

Scontri dopo il Brescia retrocesso a giugno. Nuova raffica di Daspo

Nuova raffica di Daspo ad opera della questura per gli scontri al Rigamonti dello scorso Primo giugno durante la partita Brescia-Cosenza. Ai 75 provvedimenti precedentemente emessi se ne sono aggiunti 28, portando così a quota 101 i tifosi identificati come presunti autori delle violenze. Il pari, che avrebbe segnato la retrocessione del Brescia in Serie C, quella sera aveva generato il finimondo, con un gruppo di ultras della Curva nord che aveva invaso il campo e iniziato a lanciare petardi, fumogeni e oggetti contundenti, all’interno e all’esterno dello stadio, venendo alle mani con la tifoseria avversaria e con le forze dell’ordine (11 i feriti). Quattro tifosi erano stati arrestati. Altri 75 erano stati identificati e ‘daspati’ nelle settimane seguenti (tra loro 25 sono aggravati dall’obbligo di firma). E ora, nuove identificazioni. B.Ras.