Ex Sheraton di Bagnolo Mella, rimossi tutti i sigilli: lavori possono partire

Area dissequestrata, i rifiuti rinvenuti non sono pericolosi, sono scarti dell'edilizia. Il sindaco Sturla sottolinea la positività della notizia, poiché tutta l'area è stata ripulita



Rimossi tutti i sigilli: lavori possono partire a Bagnolo Mella

Rimossi tutti i sigilli: lavori possono partire a Bagnolo Mella

Bagnolo Mella (Brescia) – I lavori nell’area dell’ex Sheraton potranno finalmente ripartire, i sigilli sono stati tutti rimossi. "Dagli accertamenti svolti dai carabinieri del Noe e dall’Arpa risulta infatti che sono state rispettate le condizioni del decreto di dissequestro condizionato emesso lo scorso 12 maggio, in particolare sono stati dissotterrati, rimossi, smaltiti e recuperati i rifiuti interrati nelle zone precedentemente individuate dall’Arpa", recita il provvedimento.

Dopo oltre un anno di apprensione per i possibili rischi per la salute, è emerso che i rifiuti rinvenuti nel sito non sono pericolosi. Sono scarti dell’edilizia. A metà maggio solo una parte dell’area era stata dissequestrata proprio per permettere la bonifica: la zona nella quale la ditta aveva continuato i lavori erano quelle destinate a parco pubblico oltre a quelle individuate dall’Arpa. Ma nel sito dell’ex Sheraton è prevista anche la costruzione di un supermercato e di parcheggi, i cui lavori ora potranno riprendere. ‘La notizia è positiva perché questo significa che tutta l’area è stata ripulita e i controlli eseguiti sono una garanzia importante a tutela della salute pubblica, la nostra preoccupazione principale’ ha sottolineato il sindaco Pietro Sturla.