Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 lug 2022

Punto da un’ape mentre è al sole Ucciso dallo choc anafilattico

La vittima è un pensionato prima soccorso dalla moglie. La reazione allergica. non gli ha lasciato scampo

15 lug 2022

CAPRIOLO (Brescia)

Tragedia sulle rive del fiume Oglio in località "Sariulì", non distante dalla diga in gomma della Pirelli, dove molte persone si recano a fare il bagno. A uccidere, stavolta, non è stato il fiume, bensì lo shock anafilattico dovuto alla puntura di un’ape. La vittima si chiamava Pier Antonio Brevi, 68 anni e viveva a Castelli Calepio, in provincia di Bergamo. Ieri mattina è andato con la moglie sul prato che costeggia il fiume per prendere il sole e rinfrescarsi. In zona c’erano diverse persone. Ad un certo punto l’ape lo ha punto. La reazione allergica si è scatenata subito. Brevi, nel giro di pochi minuti è diventato cianotico, nonostante i tentativi di togliere il pungiglione e di rianimarlo fatti dalla moglie, a conoscenza del suo problema. La chiamata al numero unico delle emergenze 112 di Brescia è stata fatta e nel giro di poco i soccorsi sono arrivati con un auto con medico e un’ambulanza. L’uomo era già spirato. Il suo cuore si è fermato a causa di un fortissimo shock anafilattico. Sul posto anche i carabinieri di Capriolo e della Compagnia di Chiari e la Polizia Locale di Capriolo. I militari hanno rilevato i fatti, mentre la Locale ha cercato di tranquillizzare le persone che hanno assistito e che hanno visto spirare l’uomo mentre la moglie cercava di salvarlo. Milla Prandelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?