L’impresa di Omar Legrenzi, Iron man bresciano: senza muta attraversa a nuoto il lago d’Iseo

Clusane D’Iseo, il 50enne ha nuotato per 23 minuti con l’acqua a 8 gradi, indossando solo calzoncini, maschera, pinne, boccaglio e guanti palmati. “E’ stato fantastico. Sono arrivato a destinazione prima del previsto”

Clusane d’Iseo,17 dicembre 2023 – L’iron man dell’ovest Bresciano, Omar Legrenzi, 50 anni, ce l’ha fatta. Ha fornito Brescia e Bergamo capitale della Cultura 2023 del suo personale tributo, attraversando a nuoto il lago d’Iseo, la località che più rappresenta le due province che termineranno a breve il loro mandato con una sontuosa cerimonia nelle due città. Legrenzi, che dal 2017 si allena alla permanenza in acque fredde, e che da settembre nuotava quasi tutti i giorni non solo per incrementare la propria forza ma anche e soprattutto la sua velocità, in appena 23 minuti, con l’acqua a otto gradi, ha fatto la traversata Predore-Clusane d’Iseo, dove è stato accolto da un pubblico numeroso.

Non aveva la muta ma solo calzoncini, maschera, pinne, boccaglio e guanti palmati. Ha avuto l’assistenza dell’equipaggio Osa della Croce Rossa di Bergamo, operativo sul lago d’Iseo, sia prima di partire, sia dopo, i soccorritori hanno controllato i suoi parametri, risultati perfetti. È anche stato seguito con l’idroambulanza Opsa, con soccorritori bagnini a bordo e da diversi sud. A riva lo aspettavano il suo staff, amici e parenti.

“E’ stata un’impresa fantastica, l’acqua era meravigliosa mi scivolava addosso. Pensavo di stancarmi e invece i raggi del sole hanno penetrato l’acqua quasi a illuminarmi la strada e darmi forza e calore. Sono arrivato a destinazione prima del previsto – commenta Legrenzi - commosso da amici e conoscenti che mi aspettavano applaudendomi. Un’emozione che porterò con me sempre. Ringrazio CRI Italiana, il TT Kraken, la Sig.ra Marinella della Punta dell’est e tutti quelli che hanno reso possibile e magica questa avventura”