Cologne, identificato il cadavere carbonizzato: è un kosovaro 40enne con vari precedenti

L'uomo è stato implicato in traffici illeciti, non solo di stupefacenti, a livello internazionale: indaga l'Antimafia

Il ritrovamento del cadavere carbonizzato nelle campagne di Cologne
Il ritrovamento del cadavere carbonizzato nelle campagne di Cologne

Brescia - Ha un nome e un cognome il cadavere carbonizzato trovato all'interno dell'auto in fiamme nelle campagne di Cologne. Si tratta di un kosovaro 40enne con numerosi precedenti, per traffici illeciti di stupefacenti e non solo.

Le generalità dell'uomo non sono ancora state rese note ma si tratterebbe di una personalità di "alto profilo" criminale tanto che della vicenda è stata informata l’Antimafia, anche perché le modalità del delitto fanno ipotizzare il coinvolgimento della criminalità organizzata. 

Toccherà ora all'autopsia, prevista per oggi pomeriggio, fornire elementi per stabilire le cause della morte del 40enne e capire se, come sospettano gli investigatori, l’uomo sia stato ucciso altrove e poi trasportato nella stradina isolata di Cologne per essere dato alle fiamme insieme all'auto che aveva in uso.

Non pare per ora essere implicato invece il proprietario dell'auto data alle fiamme, una Range Rover. L'uomo, 34 anni, anche lui di origine kosovara residente a Rovato è stato sentito in caserma dai carabinieri di Chiari: secondo quanto emerso finora avrebbe solo prestato l'auto alla vittima e sarebbe estraneo alla vicenda