Bagnolo Mella, è morto il sindaco Pietro Sturla: tre giorni di lutto cittadino

L’annuncio sulla pagina Facebook del Comune. Il funerale si terrà martedì nella basilica Visitazione di Maria Vergine

Pietro Sturla, sindaco di Bagnolo Mella (Foto facebook)
Pietro Sturla, sindaco di Bagnolo Mella (Foto facebook)

Bagnolo Mella (Brescia), 21 gennaio 2024 – Lutto a Bagnolo Mella, nel Bresciano: è morto il sindaco Pietro Sturla. Aveva 75 anni e stava combattendo con una grave malattia. 

Il triste annuncio è apparso questa mattina, sulla pagina Facebook del Comune: “Il Vice Sindaco Cristina Almici e l’Amministrazione comunale del Comune di Bagnolo Mella con grande commozione e immenso dolore annunciano la scomparsa del sindaco Pietro Sturla”.

Il Comune di Bagnolo ha decretato tre giorni di lutto cittadino, da oggi fino al pomeriggio di martedì 23 gennaio. Fino ad allora, tutti gli appuntamenti ed eventi cittadini sono annullati. 

La camera ardente sarà allestita nella Sala Tedoldi presso il Centro di Protezione Civile di viale Nenni 16, che lui aveva fortemente voluto. Il funerale si terrà invece martedì alle 14.30 nella basilica Visitazione di Maria Vergine, in Piazza IV Novembre.

Sturla vestì la fascia tricolore dopo la vittoria delle elezioni amministrative a ottobre del 2021. Prima fu assessore e vicesindaco per dieci anni consecutivi nella Giunta Almici, prima ancora consigliere.

Numerosi i messaggi di affetto e cordoglio sui social. Tra questi, il ricordo di Davide Comaglio, sindaco di Gavardo: “Sturla è stato un convinto oppositore dei depuratori dei comuni del Garda sul Chiese e non mancava mai alle iniziative intraprese. Non posso dimenticare la sua presenza a Gavardo con gli stivali nel Chiese e un anno fa a Roma dal ministro Fratin. Determinato ma di una empatia e simpatia che ci mancherà tantissimo”.

Un messaggio su Facebook anche da parte del primo cittadino di Remedello, Simone Ferrari:  “Lo ricordo con enorme affetto e lo ringrazio pubblicamente per la Sua collaborazione dimostrata nei confronti del nostro comune in occasione della vicenda del ricorso del maxidepuratore del Garda per salvare il nostro fiume Chiese.Pietro pur non essendo tenuto ha voluto aderire al ricorso dimostrando una grande vicinanza ai nostri comuni, parlando con i fatti e non solo a parole. Grazie di tutto”.

Anche l'amministrazione comunale di Paitone ha voluto dimostrare la propria vicinanza ai familiari e alla comunità: “La notizia ci ha colpito profondamente poiché abbiamo avuto il piacere di conoscere Pietro e incontrarlo in diverse occasioni legate alla questione depurazione del Garda. Mancherà la sua presenza, esperienza e la sua simpatia”.  comunità di Montirone si stringe a voi in questo momento di tristezza. Le nostre più sincere condoglianze raggiungano voi, i familiari e gli amici più stretti. E lo stesso ha fatto la comunità di Mortirone: “Le nostre più sincere condoglianze raggiungano voi, i familiari e gli amici più stretti”.