Sparatoria alla festa di battesimo. Arrestato in Irlanda il latitante

Sparatoria alla festa di battesimo. Arrestato in Irlanda il latitante
Sparatoria alla festa di battesimo. Arrestato in Irlanda il latitante

È stato rintracciato in un ospedale di Dublino il presunto esecutore materiale che aveva esploso 4 colpi di pistola, uno dei quali aveva raggiunto alla spalla uno dei presenti nel locale, ad Albano Sant’Alessandro, dove si stava festeggiando la nascita di un bimbo. Irreperibile, era fuggito all’estero, facendo perdere le sue tracce. Monitorando il profilo Instagram i militari della Sezione operativa sono però riusciti a scoprire che l’uomo, un indiano, aveva trovato rifugio prima in Francia e poi in Inghilterra. Per questi motivi, il gip ha emesso un mandato d’arresto europeo. E il 25 novembre è stato arrestato dalla polizia irlandese a Dublino. In carcere c’è già un connazionale 27enne. I fatti risalgono allo scorso 10 giugno. Un gruppo di indiani si era ritrovato in un locale, in via Tonale, a Albano (che il questore ha poi fatto chiudere) per festeggiare la nascita di un bimbo. Ad un certo punto i presenti, una trentina, hanno cominciato a litigare e la discussione, che ha coinvolto gruppi rivali, è degenerata al punto tale che sono stati esplosi 4 colpi di pistola, dei quali uno ha colpito uno.

Una serata di festa finita nel sangue dopo l’arrivo di un gruppo antagonista di 5 persone. Il litigio, fuori dal locale, dove sono stati sparati i 4 colpi d’arma da fuoco, di cui 3 esplosi a scopo intimidatorio al suolo mentre uno attingeva la vittima. Le indagini, coordinate dalla Procura e condotte dai carabinieri della Sezione operativa della Compagnia di Bergamo hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico di due presunti autori della sparatoria. Il gip, concordando con l’ipotesi della Procura, aveva emesso nei confronti dei due presunti responsabili del tentato omicidio l’ordinanza di custodia cautelare in carcere. F.D.