Mantova che colpi per salire in B. Pro Sesto basso profilo: così rischia

Curatolo, attaccante scuola Inter, può aiutare la Pro Patria. La Giana ha perso Fumagalli passato al Como

Mantova che colpi per salire in B. Pro Sesto basso profilo: così rischia

Mantova che colpi per salire in B. Pro Sesto basso profilo: così rischia

Mantova 7: il mercato invernale dei virgiliani fa capire che la società del presidente Piccoli è decisa a conservare il primato fino in fondo. In un gruppo già forte non sono stati fatti particolari inserimenti (anche per non turbare gli equilibri raggiunti), ma i biancorossi si sono voluti concedere l’estro di Bombagi ed hanno subito provveduto a coprire il vuoto in difesa lasciato dal ritiro di Suagher con l’esperto De Maio, giocatore che Possanzini conosce più che bene.

Atalanta Under 23 6,5: la rosa a disposizione di Modesto, e non poteva essere altrimenti visto l’obiettivo della formazione nerazzurra, continua a tenere l’obbiettivo puntato sui giovani. Nel mercato invernale, oltre al rientro di Panada dalla Sampdoria, è arrivato un attaccante del quale si parla molto bene come Siren Diao Balde (classe 2005). Attenzione, comunque, al colpo last minute con la firma dello svincolato Jimenez (ex Vicenza).

Lumezzane 6,5: la squadra di Franzini ha dimostrato di poter credere nei play off. La società del presidente Caracciolo ha cercato di perfezionare il suo gruppo inserendo il portiere Rizzo al posto del partente Galeotti e riportando a casa dal Piacenza il giovane difensore Tortelli. L’attaccante Kolaj è approdato al Sorrento in cerca di quello spazio che il nutrito reparto avanzato rossoblù non gli aveva fin qui garantito, dell’ultima ora, infine, lo scambio di attaccanti con l’Arezzo, dove andrà Gerbi che sarà sostituito da Iori.

Giana Erminio 6: la matricola biancazzurra sta seguendo un cammino senza dubbio positivo e la scelta della dirigenza milanese è stata quella di conservare il più possibile il gruppo che si è ambientato in fretta alla categoria superiore. Una partenza significativa come quella di Tommaso Fumagalli, attaccante del 2000, passato al Como e sostituito dallo svincolato Fall, non basta per mettere in discussione le certezze che la formazione di mister Chiappella si sta conquistando sul campo.

AlbinoLeffe 6: ieri sera con l’arrivo sul filo di lana, dell’esterno sinistro Filippo Ercolani, 20 anni proveniente dal Trento, ma scuola Cittadella e Bologna, la Celeste ha chiuso il mercato. In uscita invece il portiere Facchetti che ha fatto qualche apparizione in prima squadra, ma che dopo il suo rientro dal prestito di Albenga è stato girato al Livorno. Ercolani si aggiunge all’arrivo di Baroni che sostituira lo svincolato Jacopo Gelli.

Renate 7: la stagione altalenante fin qui vissuta ha indotto le Pantere ad essere particolarmente attive sul mercato. Diversi giocatori sono partiti (Rolando al Foggia, Garetto al Rimini, Amadio alla Virtus Verona e Pinzauti al Lecco), ma sono arrivati elementi congeniali al gioco dell’attuale allenatore, Alberto Colombo, che ben conosce Vassallo, giunto dal Monopoli, ma può ricevere un valido contributo pure da Alfieri dal Benevento, Mora dall’Atalanta e Acampa dal Rimini.

Pro Patria 6,5: pur senza investire grandi risorse, la società bustocca ha cercato di apportare i giusti correttivi per innalzare il tasso di qualità dell’organico guidato dal tecnico Riccardo Colombo. Un attaccante di prospettiva come Curatolo, un 2004 di scuola Inter, e l’inserimento di Christophe Renault, gemello di Guillame e già da tempo al lavoro con i Tigrotti, rappresentano due "tasselli" interessanti.

Pergolettese 6,5: l’inserimento in avanti di un giocatore dell’esperienza di Giuseppe De Luca può fornire un contributo significativo alla squadra di Abbate per cercare di assumere il ritmo di marcia necessario per allontanarsi dalle zone calde. Pro Sesto 5,5: i freddi numeri della classifica, con i milanesi lontani nove punti dalla salvezza e solo a +3 dalla retrocessione diretta, fanno capire che i tifosi biancazzurri avrebbero sperato in qualche colpo in più per rafforzare il gruppo che è stato affidato a mister Paci. Il ritorno tra i pali del 2001 Bagheria non basta certo rinfrancare il secondo attacco più sterile del girone A e riportare fiducia e convinzione in casa di una Pro Sesto che si trova a vivere una stagione più che difficile.

Ha collaborato Vasco Algisi