La delusione di Aglietti: "Chiedo scusa ai tifosi"

Il Lecco subisce una pesante sconfitta nel derby contro il Como, con una serie di prestazioni deludenti. Il mister Aglietti analizza le criticità della squadra e si prepara per la prossima sfida contro il Sudtirol.

La delusione di Aglietti: "Chiedo scusa ai tifosi"

La delusione di Aglietti: "Chiedo scusa ai tifosi"

Avanti di questo passo c’è solo… un mesto ritorno in serie C. La pesante sconfitta subita sul suo campo dal Lecco nel sentitissimo derby contro i cugini del Como, un 3-0 che non fa una grinza.

E’ stata la settima sconfitta nelle ultime 8 gare che ha lasciato basiti un po’ tutti nell’ambiente lecchese perché se sei nettamente inferiore a livello tecnico rispetto ai tuoi avversari, per poter sperare di cogliere un risultato positivo devi mettere in campo perlomeno grinta, determinazione e massima concentrazione.

Tre caratteristiche clamorosamente mancate alla squadra bluceleste che è stata molle e disattenta, subendo due gol nei primi 20’ di gioco da un Como che, invece, è sceso in campo con la giusta mentalità. Delusione tra i tifosi che hanno gremito il Rigamonti-Ceppi speranzosi e che se ne sono andati via con la classica "coda in mezzo alle gambe".

Mister Aglietti analizza la controprestazione lecchese. "Non è stata una partita positiva ma è figlia anche di alcune situazioni come quella di prendere gol dopo pochissimi minuti - ha detto il mister del Lecco -. Tutti i gol che hanno fatto nascono da palla inattiva. E’ chiaro che dobbiamo far meglio, ci stiamo lavorando, adesso marchiamo a uomo ma dobbiamo toglierci quella psicosi da calcio piazzato o da palla ferma".

La prestazione non c’è stata… "In settimana la squadra lavora bene, non posso dire nulla ai ragazzi ma nelle partite manca sempre qualcosa e le prestazioni non sono come quelle che vorremmo. Ci prendiamo fischi e responsabilità. C’è solo da scusarsi coi tifosi".

A Lecco ci si lecca le ferite, ma c’è poco tempo per recriminare sul latte versato perché sabato c’è la trasferta di Bolzano contro il Sudtirol in quello che assomiglia ad un incontro da ultima spiaggia.