FABRIZIO CARCANO
Cronaca

La Dea a caccia di idee sulla fascia. Saelemaekers e Carboni nel mirino

Il 27 luglio amichevole in Olanda contro l’Alkmaar, test in vista della finale di Supercoppa europea con il Real

La Dea a caccia di idee sulla fascia. Saelemaekers e Carboni nel mirino

La Dea a caccia di idee sulla fascia. Saelemaekers e Carboni nel mirino

La stagione internazionale dell’Atalanta comincerà tra cinque settimane in Olanda: prima amichevole estera, sabato 27 luglio alle 15 nello stadio Afas di Alkmaar, in casa dell’AZ 67 quarto classificato nell’ultima Eredivisie, qualificato alla prossima Europa League. Se non verrà ceduto sarà un ritorno da ex per Teun Koopmeiners, cresciuto nell’AZ 67 dove ha giocato fino al 2021. "La partita in Olanda rappresenterà per l’Atalanta un significativo banco di prova non solo nell’ottica della preparazione estiva, ma anche – se non soprattutto – in vista della finale della Supercoppa Europea, che i nerazzurri – detentori della Europa League – disputeranno il 14 agosto prossimo, a Varsavia, contro il Real Madrid".

Così la Dea nella nota pubblicata sul suo sito ufficiale, rimarcando la valenza di questo test a 18 giorni dall’atteso match di Supercoppa Europea. Con la dirigenza dell’AZ 67 peraltro ci sarebbero anche possibili discorsi di mercato, riguardanti l’esterno difensivo sinistro 24enne Yukinari Sugawara. Il nipponico, da cinque stagioni in Eredivisie olandese e in scadenza contrattuale nel 2025 con l’AZ 67, ha disputato tre volte le Coppe Europee, con una semifinale di Conference League nel 2023, e ha già acquisito una discreta esperienza internazionale, con 132 presenze complessive con l’AZ 67 e 12 con la nazionale del Sol Levante. Da un esterno difensivo a uno offensivo, ruolo in cui la dirigenza guarda a due prestiti di rientro nelle due squadre di Milano. Il primo profilo è quello del 25enne belga Alexis Saelemaekers, reduce da una grande stagione al Bologna e in precedenza per tre anni al Milan: giocatore duttile anche da trequartista, alternativo e complementare a Koopmeiners.

L’altro è l’argentino Valentin Carboni, 19 anni, tornato all’Inter dopo aver fatto bene al Monza con 31 presenze, giocatore duttile, bravo in fase offensiva in più ruoli, con fantasia e velocità ma ancora inesperto ma valutato però almeno 25 milioni.