Bergamo, pirata travolge in auto madre e figlia e scappa via: è un pensionato 76enne

Denunciato il guidatore, che dopo l’incidente non si era fermato a prestare soccorso. L’anziana ha avuto la peggio: è ricoverata in prognosi riservata

Le strisce pedonali in via Maj dove è avvenuto l'investimento (Foto/Google Earth)

Le strisce pedonali in via Maj dove è avvenuto l'investimento (Foto/Google Earth)

BERGAMO – Un pensionato di 75 anni, residente in città: era lui alla guida dell’auto che venerdì pomeriggio verso le 17 ha investito madre, di 82 anni, e figlia, di 56, che stavano attraversando sulle strisce pedonali in via Angelo Maj, in città.

Poi, invece di fermarsi e soccorrere le due donne, si è allontanato facendo perdere le proprie tracce. L’anziana è ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, mentre la figlia è stata dimessa. Dopo ore di visioni di telecamere, gli agenti della polizia locale sono riusciti a ricostruire il tragitto dell’auto dell’investitore. Dalle immagini si è visto che il 75enne, al volante di una vecchia Fiat 600 di colore azzurro, con un faro che non funzionava, dopo l’investimento ha proseguito la sua marcia. E, grazie a una verifica capillare nelle vie, è stato rintracciato: il pensionato è stato denunciato per omissione di soccorso, fuga e lesioni gravissime.

Altri dettagli hanno aiutato le indagini della polizia locale. Ad esempio sul luogo dell’impatto è stato trovato un pezzo dello specchietto retrovisore del veicolo, che è stato individuato anche perché, dalle telecamere, si era notato che un faro era rotto.

La dinamica dell’incidente appare chiara. Madre e figlia stavano attraversando via Angelo Maj, da destra verso sinistra, guardando verso il centro città. Erano sulle strisce pedonali all’altezza del civico 29/d, davanti alla pizzeria Piccolo Mare. Un punto più volte segnalato come pericoloso dai residenti della zona e già luogo in passato di altri investimenti. Il 75enne alla guida della Fiat 600 stava arrivando dal centro della città in direzione di piazza Sant’Anna. Pioveva. All’improvviso la vettura è piombata addosso a entrambe facendole scaraventare a terra. Il conducente non si è fermato a prestare soccorso o, comunque, a verificare la gravità dell’incidente.

La 56enne, sotto choc, è riuscita a rialzarsi da sola, mentre la madre no. È rimasta a terra, cosciente. Scattato l’allarme, sul posto la centrale operativa del 118 ha inviato un paio di ambulanze e l’automedica. Il personale sanitario ha prestato le prime cure e successivamente madre e figlia sono state trasportate all’ospedale Papa Giovanni XXIII. La prima in codice rosso, grave: è in prognosi riservata.